Menu
Cerca
Riconoscimento

Attestato di buona amministrazione al sindaco di Concorezzo

A consegnarlo il coordinatore provinciale della Lega Monza Brianza Andrea Villa.

Attestato di buona amministrazione al sindaco di Concorezzo
Politica Vimercatese, 27 Febbraio 2021 ore 15:43

Al sindaco di Concorezzo l'attestato di buona amministrazione. A consegnarlo, nella giornata di ieri, venerdì 26 febbraio, il coordinatore provinciale della Lega Monza Brianza Andrea Villa.

Attestato di buona amministrazione

Il primo a ricevere l'attestato è stato il sindaco di Concorezzo Mauro Capitanio, ma altri seguiranno nelle prossime settimane. Andrea Villa, coordinatore provinciale della Lega, intende infatti assegnare un riconoscimento per la buona amministrazione ai primi cittadini del Carroccio, evidenziando una o più iniziative nei quali si sono distinti.

L'attestato assegnato a Capitanio ad esempio recita: "Con la riqualificazione di importanti impianti sportivi e l'ingresso nel programma 'Borgo nel futuro' la sua amministrazione si è distinta per qualità, concretezza di azione e coraggio di innovazione".

L'attestato di buona amministrazione

Fra le opere dell'Amministrazione Capitanio, Villa ricorda la pista di atletica, finanziata con 450mila euro grazie al Piano Fontana, la pista di pattinaggio e il centro tennis in fase di totale restyling. Solo per limitarci agli interventi legati alle strutture sportive a cui si aggiunge il fatto che Concorezzo è l'unico Comune lombardo selezionato per "Borghi del Futuro", con  90mila auro di finanziamento.

Altri attestati le prossime settimane

"Altri attestati - sottolinea Villa - li consegneremo ai sindaci della Lega nelle prossime settimane, evidenziando le peculiarità del loro lavoro. Il sindaco di Besana Brianza Emanuele Pozzoli, ad esempio, si è distinto per l'attenzione alla famiglia, con il baby bonus, cioè i 50 euro riconosciuti ad ogni bimbo nato in città e allestendo il pit-stop in Comune per mamme e bebè".

Il coordinatore provinciale della Lega brianzola spiega anche il perché dell'iniziativa: "Perché in un anno difficile come quello del Covid c'è parso doveroso fare sentire ai nostri sindaci che siamo loro vicini. Nello stesso tempo abbiamo voluto evidenziare le iniziative in cui si sono distinti, per farle conoscere a  tutti ma anche perché possono essere da esempio per gli altri".

Necrologie