Politica
Buona notizia

A Seregno due nuovi boschi con quattromila alberi

Al Dosso e al Lazzaretto le due aree di circa trentamila metri quadrati. L'intervento rientra nei progetti del parco Grubria, che ha ricevuto un finanziamento regionale di 600mila euro.

A Seregno due nuovi boschi con quattromila alberi
Politica Seregnese, 25 Novembre 2021 ore 16:30

A Seregno oltre quattromila nuovi alberi per creare due boschi estesi su tre ettari di suolo, circa trentamila metri quadrati. Sono le cifre di un intervento in corso di realizzazione, la principale operazione di piantumazione nella storia della città.

Due nuovi boschi con quattromila alberi

Oltre quattromila nuovi alberi per creare due boschi in tre ettari di suolo, circa 30mila metri quadrati.  L’intervento rientra in una più ampia progettazione per il quale il Parco Grubria, l'ente a cui sono affidate le aree tutelate a Plis (Parco locale di interesse sovracomunale) in undici Comuni, ha ricevuto un finanziamento regionale di oltre 600mila euro. Le risorse saranno destinate al rimboschimento nei territori di Seregno, Bovisio Masciago, Cinisello Balsamo, Desio, Lissone, Muggiò, Nova Milanese, Paderno Dugnano e Varedo.

Le aree al Dosso e al Lazzaretto

A Seregno sono due le aree interessate all'intervento: una di circa due ettari in località Dosso, a margine della Strada vicinale delle valli, e l’altra di un
ettaro al Lazzaretto, in fondo a via Respighi, nel quartiere Lazzaretto - San Giuseppe. Il progetto in fase di realizzazione prevede la messa a dimora di 2.679 piante al Dosso e 1.355 al Lazzaretto: saranno individuate, in collaborazione con Ersaf Lombardia, tra farnie, carpini bianchi, ciliegi, acero campestre, olmo campestre, noccioli, cornioli, ligustri, pallon di Maggio e biancospini. L'obiettivo complessivo degli interventi è aumentare il valore naturalistico ed ecologico dei terreni attraverso specifiche pratiche colturali allo scopo di aumentare e completare la superficie, incrementare la funzione e la valenza dei corridoi ecologici, creare o incrementare micro ambienti favorevoli alla fauna selvatica, incrementare la biodiversità e valorizzare la componente paesaggistica ed estetica dell’area.

La soddisfazione dell'assessore

“Nell’ambito di una politica di qualificazione del territorio, sono davvero orgoglioso di quella che si sta attuando, che è una concreta azione di robusto accrescimento del capitale naturale a beneficio della salute del territorio e di tutti coloro che lo abitano”, commenta Claudio Vergani, assessore alla Pianificazione territoriale.

 

Necrologie