Menu
Cerca
Rifiuti

Carate, aggiudicata la gara per la piattaforma ecologica

Il Comune ha preso atto delle risultanze della procedura della Cuc (Centrale unica di committenza) della Provincia di Monza e Brianza. La Paladino di Seregno ha offerto un ribasso pari al 12% sull’importo dei lavori a base di gara.

Carate, aggiudicata la gara per la piattaforma ecologica
Politica 18 Marzo 2021 ore 08:13

E’ stata aggiudicata la gara per la nuova piattaforma ecologica a Carate Brianza.

Sorgerà in via Lombardia a Carate Brianza

Sarà l’impresa «Paladino Costruzioni» di Seregno a realizzare la nuova piattaforma ecologica, che sorgerà in via Lombardia. Nei giorni scorsi è avvenuta la consegna parziale del cantiere per consentire l’allestimento dell’area e la bonifica del terreno da eventuali ordigni bellici.

L’affidamento dei lavori è stato aggiudicato dal responsabile del settore Lavori pubblici, Ivan Cadei (a cui è in capo la direzione dei lavori) dopo sette sedute di gara pubblica esaminate dalla Cuc, la Centrale unica di committenza della Provincia di Monza e Brianza, che aveva espletato il bando lo scorso mese di agosto.

L’impresa seregnese ha offerto un ribasso del 12 per cento sull’importo a base di gara di 643.260 euro, aggiudicandosi l’appalto per 594.498 euro comprensivo di oneri per la sicurezza (Iva esclusa). Un iter articolato e lungo quasi sei mesi, resosi necessario per la verifica di una serie di anomalie nelle offerte che hanno allungato oltremodo i tempi di aggiudicazione.

I tempi di realizzazione dell’opera pubblica, a seguito di offerta tecnica di gara, sono 189 giorni consecutivi in luogo dei previsti duecentosettanta.
In sede di aggiudicazione della gara sono state previste anche una serie di migliorie al progetto della nuova piattaforma ecologica.

I miglioramenti al progetto

A cominciare dal miglioramento del patrimonio vegetale fino alla sostituzione della struttura metallica coibentata che verrà destinata agli uffici riservati agli addetti dell’area di raccolta rifiuti con un’altra struttura in materiale tradizionale.
Altri miglioramenti riguarderanno poi l’impianto di recupero delle acque meteoriche, la realizzazione dell’impianto di irrigazione, la posa di un meccanismo completo di regolazione di accessi alla piattaforma, un impianto fotovoltaico della potenza di circa 10 kw e la manutenzione ordinaria degli impianti tecnologici e delle opere realizzate per 6 anni.

«Un altro passo avanti, per restituire alla città e ai caratesi un servizio fondamentale centrando l’obbiettivo annunciato di portare a termine l’opera entro il 2021», il commento del sindaco Luca Veggian. Fino al 31 dicembre 2021 viene garantito l’uso congiunto della piattaforma di Verano Brianza secondo quanto stabilito dalla convenzione votata in Aula nell’ultima seduta dello scorso anno.

L’isola ecologica manca a Carate Brianza dal 2017, quando la struttura di via Tagliamento venne chiusa dall’allora sindaco Francesco Paoletti (Pd) con ordinanza per la pericolosità derivata dall’eccessiva concentrazione di biogas nel sottosuolo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli