Menu
Cerca
Trasferimento

Carate, ecco come sarà il nuovo liceo Don Gnocchi

La proposta elaborata dallo studio J+S di Concorezzo, che si è aggiudicato il concorso a inviti: l'istituto superiore si trasferirà in via Tommaso Grossi.

Carate, ecco come sarà il nuovo liceo Don Gnocchi
Politica Caratese, 17 Febbraio 2021 ore 09:54

Il liceo Don Carlo Gnocchi di Carate Brianza avrà una nuova sede.

Liceo Don Gnocchi Carate
Il progetto del nuovo Don Gnocchi elaborato dallo studio J+S di Concorezzo

L'accordo tra Comune di Carate e istituto superiore

Un concept progettuale basato sulla sostenibilità ambientale e con uno sguardo al futuro. E’ la proposta elaborata dallo studio di architettura J+S di Concorezzo che, oltre un anno fa, si era aggiudicato il concorso ad inviti per la progettazione del nuovo istituto scolastico superiore «Don Carlo Gnocchi» a Carate Brianza, che sorgerà all’interno del futuro polo formativo e sportivo di via Tommaso Grossi.

Obbiettivo dichiarato dei vertici del Don Gnocchi è di trasferire studenti e docenti con l’inizio dell’anno scolastico 2022-2023. A metà novembre era arrivato il disco verde dall’Aula (con il voto contrario delle minoranze) alla convenzione tra il Comune di Carate Brianza e l’istituto superiore scolastico. L’accordo è stato votato anche il 25 gennaio scorso in seno al Consiglio di amministrazione della scuola, in vista della firma ufficiale attesa per i prossimi giorni.
Al liceo, che oggi ha sede in via dei Gaggioli, è stato concesso un diritto di superficie sulla nuova area di proprietà pubblica della durata di 30 anni dietro la corresponsione all’Amministrazione di un canone annuo fissato sulla cifra di 25mila euro, con una riduzione del 50 per cento fino al completamento della nuova sede e all’ottenimento del certificato di agibilità.

Il legame con l'Amministrazione

L’istituto superiore Don Gnocchi, secondo l’accordo, realizzerà anche i posteggi ad uso esclusivo e a uso pubblico. Qualora l’Amministrazione comunale non dovesse completare la realizzazione della Scuola dei Mestieri (il progetto pilota finanziato da Regione Lombardia dove le aziende entreranno nelle classi per formare gli studenti sulle loro professioni di riferimento) in tempo utile per l’avvio della struttura scolastica, il liceo di Carate Brianza provvederà anche alla realizzazione delle opere viabilistiche. Contestualmente in Aula era stata prorogata anche la convenzione siglata il 12 ottobre del 1988 in scadenza: nella ex elementare di via dei Gaggioli le lezioni proseguiranno fino al trasloco, a patto che i cantieri in via Grossi inizino entro il 31 dicembre 2023.
La futura sede dei licei - secondo quanto era stato già illustrato nel masterplan redatto dallo studio di Concorezzo - coprirà una superficie di circa 5000 metri quadrati.

In Consiglio comunale era stata votata anche la delibera per la trasformazione del terreno vincolato a verde, in base a quanto previsto dalla Legge 12 del 2005 in materia urbanistica (senza quindi ricorrere a una variante). Formalizzata la convenzione tra liceo e Comune, si attendono ora i passaggi per l’avvio del cantiere. L’obiettivo, come detto, è di trasferire studenti e docenti con l’inizio dell’anno scolastico 2022-2023.

Necrologie