La novità a Lissone

Centro storico: aggiudicati i lavori di riqualificazione

Verrà messa mano a piazza Libertà, al parco di Villa Magatti e - si spera - anche all'asse viabilistico di via Loreto e piazza Giovanni XXIII

Centro storico: aggiudicati i lavori di riqualificazione
Politica Monza, 19 Luglio 2021 ore 10:54

Riqualificazione del centro storico di Lissone, aggiudicati i lavori che cambieranno il volto dell'area centrale della città.

Centro storico, l'aggiudicazione

Sarà una azienda di Cormano, nel Milanese, a procedere con i lavori di riqualificazione di piazza Libertà e di parte del centro storico. Un lavoro da oltre un milione di euro che, definitivamente, cambierà il volto di quello che dovrebbe essere il salotto buono della città.

L’azienda che si è aggiudicata la gara, infatti, dovrà mettere mano all’intero impianto attuale partendo innanzitutto dalla riqualificazione di piazza Libertà. Nel progetto è prevista la realizzazione di una nuova fontana al centro della piazza, la sistemazione delle fontanelle a raso (spente da anni) davanti a Palazzo Terragni, la piantumazione di nuovi alberi e la riqualificazione completa del parco di Villa Magatti.

Previsto anche l'ascensore di collegamento con il silos interrato. Si resta in attesa di capire in che modo si metterà mano anche all’asse di via Loreto e a piazza Giovanni XXIII.

Il progetto

Dopo alcuni aggiustamenti tecnici, indispensabili dopo le indicazioni della Soprintendenza dei Beni culturali, a breve potrebbero già partire i lavori con l'assegnazione dell'area di cantiere. La piazza e il centro si preparano così a cambiare faccia e ad essere il cuore pulsante e il «salotto buono» della città. La Soprintendenza, infatti, aveva confermato l’impianto generale del piano uscito vincitore dal concorso di idee votato due anni fa dagli stessi cittadini.

Confermata la realizzazione, al centro della piazza, di una grande fontana quasi a voler «rimpiazzare» la storica vasca trasferita negli anni Duemila nella vicina piazza 4 Novembre. Tra gli interventi c’è anche la completa riqualificazione delle fontanelle a raso posizionate davanti alla facciata di Palazzo Terragni e ormai spente da parecchi anni a causa delle infiltrazioni nel parcheggio interrato sottostante.

Sempre legato al tema che riprende le origini della città dei «Lixiones», sarà la presenza di una striscia d’acqua davanti alla facciata della seicentesca Villa Mussi-Pansa (recentemente restaurata) all’angolo con via Madonna.

Le altre novità

Oltre ai nuovi alberi ad alto fusto lungo la fascia carrabile a Nord dell’area pedonale, saranno anche posizionate delle grandi «vasche floreali» con annesse sedute. Anche il Parco De Capitani, l’ex giardino di Villa Magatti, cambierà volto. Questa zona, ombreggiata dai suoi grandi alberi secolari, diventerà il punto di ritrovo soprattutto per i più piccoli con delle installazioni ludiche.

Confermata anche la presenza del nuovo ascensore che collegherà la superficie con il parcheggio interrato che si trova sotto alla piazza. Infatti una delle principali richieste portate avanti dall’Amministrazione in fase di progetto era quella di poter inserire un ascensore per garantire l’accessibilità all’autosilo anche a disabili o carrozzine.

Ma il progetto di riqualificazione potrebbe interessare anche l’asse di via Loreto con la sistemazione del manto stradale, eliminando l’antiestetico asfalto per sostituirlo con dei materiali «nobili» degni di un centro storico. Verrà messa mano anche a via Palazzine e a piazza Giovanni XXIII con l’inserimento di nuovi spazi verdi. E’ prevista anche la riqualificazione della centrale via San Giuseppe che collega la piazza con piazza Cavour.

Necrologie