Dopo lo strappo con Allievi i consiglieri di Forza Italia Seveso fanno chiarezza

"Fabrizio Sala e Maria Stella Gelmini gli unici titolati a rappresentare il partito, altre figure contribuiscono solo a creare confusione".

Dopo lo strappo con Allievi i consiglieri di Forza Italia Seveso fanno chiarezza
Seregnese, 29 Giugno 2018 ore 16:16

I consiglieri di Forza Italia Seveso contro il sindaco Luca Allievi. Dopo lo strappo gli azzurri fanno chiarezza con un comunicato approvato dal coordinamento provinciale.

“Facciamo chiarezza una volta per tutte”

I consiglieri eletti di Forza Italia, Alfredo Pontiggia ed Alessandra Bernini, insieme con il portavoce locale Massimo Vaccarino ed ai militanti riuniti alla presenza del coordinatore provinciale Fabrizio Sala e del vice-coordinatore Adriano Corigliano, esprimono “stupore, amarezza e delusione per il tradimento del voto popolare posto in essere da Luca Allievi, alla cui elezione a sindaco di Seveso ha dato un forte contributo il buon risultato elettorale conseguito dal nostro partito. Giovedì è stata resa pubblica la composizione della Giunta senza che i nostri eletti ed i nostri organi ufficiali, né a livello locale né ai livelli superiori, fossero stati coinvolti”.

“Nessun confronto con chi ha raccolto i voti degli elettori”

Sulla decisione del neo sindaco si era espresso già Fabrizio Sala, evidenziando tutto il proprio rammarico. La replica da parte di Allievi e di alcuni esponenti di Forza Italia Seveso e Forza Italia Giovani Seveso non si è fatta attendere. Il neo sindaco ha parlato di scelte effettuate in base al merito. “Ci piacerebbe sapere quale – evidenzia il comunicato –  se non quello uscito dalle urne. Si è preferito fare riferimento a rapporti di personale amicizia tra esponenti locali della Lega e l’ex consigliere comunale Natale Alampi piuttosto che confrontarsi con chi ha raccolto attraverso le proprie preferenze il consenso dei nostri elettori, determinanti per la vittoria” proseguono i consiglieri forzisti.

Un’alleanza naufragata

“La nostra amarezza nasce dal comportamento tenuto dal sindaco e dalla Lega. Non si tratta di un problema di incarichi assegnati, bensì di rispetto delle persone coinvolte e dei ruoli ricoperti, un valore essenziale in cui la politica deve credere”. Ecco allora che l’alleanza può dirsi interrotta: “La conclusione è che l’alleanza di centro-destra non può che considerarsi naufragata. Forza Italia siederà tra i banchi dell’opposizione, dando voce ai tanti elettori traditi dalle scelte di Allievi. Rappresenteremo tutti coloro che si sono sentiti delusi. Voteremo i provvedimenti che condivideremo, ma non garantiremo mai la maggioranza in Consiglio e lavoreremo affinché questo sindaco abusivo e traditore sia costretto ad abbandonare l’incarico”. Una nota poi sui referenti: “Gli unici organi preposti a rappresentare il partito riteniamo siano il coordinatore provinciale Fabrizio Sala e quello regionale Maria Stella Gelmini. Altre figure non titolate contribuiscono solo a creare confusione alimentando polemiche a seguito delle quali si fatica a capire l’esatta portata di tale azione. Ci auguriamo che presto anche su questo fronte si faccia altrettanta chiarezza”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia