Idee per la ripartenza

Ecco il piano per far ripartire il commercio arcorese

Le proposte sono state avanzate dal Comitato Italia Viva e accolte dalla maggioranza. componenti della maggioranza assieme al Comitato Arcore Viva.

Ecco il piano per far ripartire il commercio arcorese
Vimercatese, 18 Giugno 2020 ore 11:24

Ecco il piano per far ripartire il commercio arcorese. Le proposte sono state avanzate dal Comitato Italia Viva e accolte dalla maggioranza. componenti della maggioranza assieme al Comitato Arcore Viva.

 

Ecco il piano per far ripartire il commercio arcorese

Il Coronavirus che ha costretto moltissimi esercenti e piccoli commercianti a chiusure forzate, arrivate anche a tre mesi. Poi il nubifragio di due settimane fa che ha causato parecchi danni, anche ai negozianti. Arcore si sta riprendendo a fatica e, proprio per questo, nel corso di alcuni incontri in video conferenza, il Comitato Italia Viva di Arcore h avanzato alcune proposte relativamente alla ripartenza del commercio in città ai partiti di maggioranza, che le hanno accolte.

“Avendo ben presente la situazione di sofferenza presente anche sul territorio arcorese – si legge in un comunicato diffuso questa mattina – e consapevoli dell’importanza del commercio locale per la città, proprio su questo tema si sono focalizzati alcuni incontri
in videoconferenza tra Partito Democratico guidato dal segretario Michele Calloni e Lista Civica Rosalba Colombo con i coordinatori Lorenza Rossi Querin e Nicola Sullo, partiti che compongono l’attuale maggioranza di centrosinistra, ed il Comitato Arcore Viva, fondato e guidato da Nicolò Malacrida“.

Le proposte

Quest’ultima realtà, che sta muovendo i primi passi nel panorama politico arcorese, ha tra i suoi punti programmatici principali la vicinanza e lo sviluppo del commercio locale. Ha quindi portato al tavolo di confronto alcune idee per aiutare e supportare questo settore, tra le quali la possibilità di agire sulla fiscalità comunale per ridurre il prelievo, la concessione senza costi a bar e ristorazione di maggiore spazio per occupazione suolo pubblico (sul modello di quanto progettato a Milano ed in altre città), progetti di pedonalizzazione temporanea (ad esempio nei fine settimana) di alcune strade cittadine per lo svolgimento di eventi. Idee che convergono pienamente con l’operato dell’Assessorato in questi anni e con le misure che la Giunta ha già inteso adottare a favore dei commercianti.

Le proposte risultate dagli incontri sono state portate all’attenzione della Giunta comunale, in particolare dell’assessore al Bilancio Valentina Del Campo e dell’assessore al Commercio Paola Palma, che hanno lavorato per tradurle in provvedimenti concreti:

1) Lo stanziamento in bilancio di 50.000 euro a favore del commercio locale, già deciso dalla Giunta ed approvato dal consiglio comunale, sarà utilizzato per la concessione di contributi a fondo perduto per tutte le attività e la loro riapertura in totale sicurezza. I fondi saranno erogati tramite un apposito bando a partire dal mese di luglio.
2) Per i locali che ne faranno richiesta, saranno concessi maggiori spazi per occupazione di suolo pubblico senza costi ulteriori.
3) Per quanto riguarda la TOSAP già pagata dai commercianti per l’anno in corso, si sta pensando ad una modalità di rimborso.
4) Si favorirà tramite accordi con i commercianti l’organizzazione di iniziative ed eventi, al fine di rivitalizzare la città ed il commercio locale, nel totale rispetto delle normative imposte dal Governo/Regione e compatibilmente con le caratteristiche di viabilità cittadina.

“Vicini ai commercianti”

“Consideriamo da sempre di fondamentale importanza per la nostra Arcore il contributo dei commercianti e delle attività locali – si legge in chiusura del comunicato stampa – con cui il dialogo in questi anni è stato continuo. Vogliamo essere loro ancora più vicini
in questa difficile situazione con provvedimenti ed un supporto reale, per ripartire tutti insieme per la nostra città”.

TORNA ALLA HOME 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia