Politica
Seregno

Sul caso Aeb-A2A anche un esposto alla Corte dei Conti

E' stato presentato dal consigliere regionale Marco Fumagalli del M5S e dal consigliere comunale Tiziano Mariani della lista civica Noi per Seregno per valutare eventuali danni erariali nell'operazione di aggregazione.

Sul caso Aeb-A2A anche un esposto alla Corte dei Conti
Politica Seregnese, 20 Ottobre 2021 ore 09:29

Nuovo capitolo sul caso Aeb-A2A. Martedì 19 ottobre il consigliere regionale Marco Fumagalli del M5S e il consigliere comunale Tiziano Mariani della lista civica Noi per Seregno hanno depositato un esposto alla Corte dei conti.

Esposto alla Corte dei Conti sul caso Aeb-A2A

Resta di attualità il caso dell'aggregazione industriale fra Aeb e A2A nel settore multiutility. Martedì 19 ottobre il consigliere regionale Marco Fumagalli del M5S e il consigliere comunale Tiziano Mariani della lista civica Noi per Seregno hanno depositato un esposto alla Corte dei conti. L’obiettivo dei consiglieri è la valutazione di eventuali danni erariali determinati dalla partnership fra le due aziende, definita nell'autunno del 2020. "Invitiamo tutti gli esponenti delle forze politiche interessate ad apporre la propria firma sull’esposto, affinché siano accertate le responsabilità e in modo che violazioni di legge di questo genere non possano più verificarsi in futuro", spiegano Fumagalli e Mariani in una nota.

L'inchiesta della Procura di Monza

Le nozze industriali fra Aeb e A2A sono state "bocciate" dal Tar e dal Consiglio di Stato, con il conseguente annullamento della delibera del Consiglio comunale dell'aprile 2020 che approva l'integrazione fra le due aziende. Oltre alla magistratura amministrativa, sull'operazione è in corso un'inchiesta penale della Procura di Monza che ha emesso quattordici avvisi di garanzia per amministratori pubblici e manager. Nell'elenco degli indagati anche jl sindaco, Alberto Rossi, e la presidente di Aeb, Loredana Bracchitta.

 "Revocare le delibere in Consiglio comunale"

Il consigliere regionale Marco Fumagalli del M5S  sottolinea che "purtroppo, le notizie sulla fusione tra Lgh e A2A e sull’acquisto da parte di Cem dell’inceneritore di Trezzo, che ricordiamo non essere passato da nessun Consiglio comunale evitando così il rischio di una possibile impugnazione, analoga a quella fatta da Tiziano Mariani a Seregno, destano forte preoccupazione per l'operato di alcuni enti locali brianzoli. Esorto quindi i sindaci neo-eletti a revocare le delibere attraverso le quali è stato dato avvio all’integrazione societaria con A2A, determinando di fatto una sfiducia nei confronti del consiglio di amministrazione di Aeb", conclude il rappresentante del Movimento 5 Stelle Lombardia.

Necrologie