Menu
Cerca
Politica lombarda

“Genitori giustamente arrabbiati per la chiusura delle scuole”

Il consigliere regionale di Fratelli d'Italia Federico Romani al fianco di mamme e papà, in difficoltà per la repentina chiusura di tutti i plessi.

“Genitori giustamente arrabbiati per la chiusura delle scuole”
Politica Monza, 06 Marzo 2021 ore 07:26

“Genitori giustamente arrabbiati per la chiusura delle scuole”. Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Federico Romani al fianco di mamme e papà, in difficoltà per la repentina chiusura di tutti i plessi.

“Genitori giustamente arrabbiati per la chiusura delle scuole”

La decisione di chiudere tutte le scuole in Lombardia col passaggio in arancione scuro ad eccezione degli asili nido da un giorno all’altro ha messo in difficoltà molti genitori. Non sono infatti mancate le proteste, come abbiamo già avuto modo di ricordare (leggi qui).

Con mamme e papà ora si schiera anche il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, partito di Giorgia Meloni che pure è forza di maggioranza in Regione Lombardia al fianco del governatore leghista Attilio Fontana, che ha firmato l’ordinanza che ha disposto la chiusura delle scuole con conseguente didattica a distanza.

“I genitori sono giustamente arrabbiati – rimarca Federico Romani – spesso esasperati anche dalla difficoltà di gestire diverse sfaccettature di questa fase, ad esempio, l’impossibilità di recarsi al lavoro da svolgere obbligatoriamente in presenza per non lasciare a casa da soli i figli oppure la loro gestione per chi lavora in smartworking. Il poco preavviso ha accentuato queste criticità”.

I genitori con figli di età compresa tra sei e quattordici anni, obbligati a lavorare in presenza – prosegue il consigliere di Fratelli d’Italia – ma non compresi tra chi potrà mandare i ragazzi in classe (come previsto per il personale sanitario), devono avere risposte immediate sulla possibilità di usufruire del congedo parentale ‘speciale’ oppure su altre soluzioni come quella per il personale sanitario.

Il paradosso però, in quest’ ultimo caso – conclude Romani – sarebbe quello di vedere figli a casa per chi lavora in smartworking, con le difficoltà connesse, figli a scuola per chi obbligato a lavorare in presenza. Inoltre, non tutti possono lasciare i giovanissimi a parenti o pagare una babysitter”.

Sullo stesso tema, ricordiamo (leggi qui), abbiamo ospitato un intervento di Pietro Occhiuto, segretario generale della Fiom Cgil di Monza e della Brianza che chiedeva permessi retribuiti  per i genitori costretti a restare a casa per accudire i figli.

Romani responsabile comunicazioni di Fratelli d’Italia per la Lombardia

Giusto ieri il consigliere regionale Federico Romani è stato nominato responsabile della comunicazione di Fratelli d’Italia Lombardia. L’esponente monzese ha voluto ringraziare la senatrice Daniela Santanchè, coordinatrice regionale di Fratelli d’Italia, “per la fiducia riposta nei miei confronti. Onorerò l’incarico confidando in una proficua collaborazione con ì parlamentari, gli assessori e i i consiglieri regionali, i coordinatori provinciali, i consiglieri e assessori provinciali, comunali; i dipartimenti, i presidenti di circolo, i militanti e i numerosi sostenitori, perché la grande famiglia di Fratelli d’Italia possa allargarsi sempre di più”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli