Politica
Dibattito a Vedano al Lambro

L'ipotesi: la scuola elementare verso l'abbattimento?

L'assessore Sforzini: "Abbiamo partecipato a un bando che prevede la demolizione e la realizzazione di un nuovo plesso accanto al vecchio"

L'ipotesi: la scuola elementare verso l'abbattimento?
Politica Monza, 02 Aprile 2022 ore 10:16

Ipotesi abbattimento, e contestuale realizzazione di un nuovo plesso, per la scuola elementare di Vedano al Lambro in via Monti.

Scuola: ipotesi abbattimento

L’ombra dell’abbattimento, sulla vecchia scuola elementare Giovanni XXIII è un’ipotesi reale. A confermare la necessità di mettere mano in maniera pesante all’edificio di via Monti ci ha pensato l’assessore al Bilancio Sergio Sforzini presentando la Nota di aggiornamento al Documento unico di programmazione al Consiglio comunale.

Lo stabile che ospita la nostra scuola elementare risale al 1975 e, dopo i recenti lavori per la messa in sicurezza del refettorio e di altri spazi del plesso, si è resa necessaria una analisi complessiva dello stato delle cose - ha spiegato l’assessore - Abbiamo partecipato a un bando nazionale che prevede la demolizione e la realizzazione di una nuova scuola accanto a quella vecchia.

L’area individuata è quella che c’è tra via Monti e viale Rimembranze.

Sul tavolo ci sono due soluzioni: o l’aggiudicazione di un bando per la completa riqualificazione della scuola, o l’aggiudicazione del finanziamento che prevede abbattimento e realizzazione del nuovo polo scolastico - prosegue - Ovviamente la demolizione potrà avvenire solamente dopo il completamento eventuale del nuovo edificio per evitare disagi.

Nei mesi scorsi gli uffici erano intervenuti per la sistemazione di alcuni sfondellamenti nei locali della mensa: «Entro aprile sapremo quale dei due bandi ci siamo aggiudicati - sottolinea - Al momento questa è la nostra priorità».

Aliquote confermate

Confermate tutte le aliquote dell’addizionale Irpef e quelle legate all’Imu, l’Imposta municipale unica su tutti gli immobili «non abitazione principale», per il prossimo anno.

Abbiamo alzato la soglia di esenzione dell’addizionale Irpef da 8mila a 10mila euro, pur mantenendo l’aliquota allo 0,8%. Prevediamo meno introiti per circa 13.900 euro - precisa, conti alla mano, Sforzini - Confermate anche le aliquote per l’Imu.

Per nulla d’accordo l’opposizione di Lista per Vedano sull’impostazione complessiva del Bilancio previsionale.

Ci saremmo aspettati qualcosa di più, alla luce delle promesse fatte in campagna elettorale. Non c’è reale programmazione, non ci sono investimenti. Bene che molte cose che abbiamo iniziato noi le state portando a termine voi.

Questo è stato il commento del capogruppo di minoranza Pietro Rossi.

Dismissione di tre appartamenti

Sul fronte opere pubbliche l’Amministrazione ha stilato l’elenco delle priorità.

L’Amministrazione ha anche scelto di alienare tre alloggi comunali «non più sostenibili a livello economico in relazione ai costi di ristrutturazione». Dopo i lavori nei plessi scolastici l’assessore all’Urbanistica Ilaria Villa ha confermato l’intenzione di mettere sul mercato tre appartamenti.

Al momento a Vedano ci sono 53 alloggi pubblici, tre sono in uno stato di degrado abbastanza avanzato e i lavori di ristrutturazione non sono sostenibili dalle casse comunali - spiega l’assessore - Per questo abbiamo deciso di mettere sul mercato tre alloggi tra quelli di via Italia 9 e di via Santo Stefano 47. Prevediamo un’entrata di circa 192mila euro dalla loro alienazione.

Anche su questo fronte, contraria la minoranza di Lista per Vedano: «E’ un momento storico difficile, non troviamo giusto vendere alloggi che potrebbero essere destinati a chi si trova in difficoltà».

LEGGI L'EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie