Politica
Natale a Vedano al Lambro

Luminarie nella polemica: "Niente addobbi per i negozi di periferia?"

Le (belle) luci nel cuore del piccolo Comune hanno scatenato la bagarre. Rossi (Lista per Vedano): "Si è pensato solo al centro storico"

Luminarie nella polemica: "Niente addobbi per i negozi di periferia?"
Politica Monza, 18 Dicembre 2021 ore 11:12

Le nuove (e belle) luminarie natalizie di Vedano al Lambro sono finite al centro della polemica politica.

Polemiche sulle luminarie

A sollevare il caso ci ha pensato il capogruppo di Lista per Vedano Pietro Rossi.

Le luminarie nel centro del paese? Belle, sono sempre gusti personali, ma gran parte dei commercianti sono stati dimenticati e questo è evidente.

Non ha usato mezzi termini il capogruppo, e già assessore al Commercio, per commentare l’accensione delle luminarie natalizie dello scorso mercoledì in piazza Bonfanti e in largo Repubblica davanti al Municipio.

Ci sono un po’ di aspetti che ci lasciano perplessi. Il primo è legato alla comunicazione - continua Rossi - Non è passato inosservato come i post sulla pagina istituzionale, in più occasioni, siano stati sostanzialmente copiati da quelli del Comune di Carate (tra l’altro, in un’occasione, senza sostituire il nome dei due paesi, Ndr) ma il fatto che più ci ha lasciato perplessi è legato alle scelte degli amministratori delle location delle luci di Natale.

"E i commercianti di viale Battisti?"

Quest'anno infatti, oltre alle consuete via 4 Novembre e via Santo Stefano, sono stati accesi anche il grande pino del giardino di Villa Litta in piazza Bonfanti e la casetta con la portineria della storica dimora nobiliare.

Davanti al Municipio, invece, hanno fatto capolino delle belle e suggestive figure natalizie posizionato lungo il prato accanto alla Roggia del Principe e un bell’abete è stato addobbato con i lavoretti dei bambini della scuola materna Litta.

Tutto bellissimo, davvero, ma all’appello però mancano i commercianti che si trovano al di là di viale Cesare Battisti - continua l’ex vicesindaco - E per fortuna che si voleva dare una mano ai negozianti. Le luminarie sono state concentrate solamente nel centro del paese, dimenticandosi di chi ha la propria attività fuori dal nucleo storico.

L’ex assessore ha voluto poi fare un paragone con quanto fatto negli anni precedenti.

Come Amministrazione abbiamo sempre speso massimo 12mila euro per le luminarie natalizie, ovviamente quest’anno hanno investito una cifra certamente superiore è ovvio che ci fossero più luci - tuona - In ogni caso le luminarie in centro ci sono sempre state e, tra l’altro, abbiamo sempre illuminato anche gli alberi di via Matteotti e abbiamo fatto il videomapping sulla facciata del Comune.

Ma l’ultima stoccata Rossi l’ha riservata direttamente al sindaco Marco Merlini: «La campagna elettorale è finita, forse sarebbe il caso di cominciare ad amministrare il paese».

Leggi anche sul Giornale di Monza in edicola e sull'edizione digitale

Necrologie