Politica
Amministrative Monza

Maffè e Monguzzi tornano "all'ovile" nel Centrodestra

Uno in Forza Italia, l'altro in Fratelli d'Italia stavolta sostengono subito Allevi

Maffè e Monguzzi tornano "all'ovile" nel Centrodestra
Politica Monza, 12 Maggio 2022 ore 11:37

Uno è tornato a casa in Forza Italia e l’altro è stato accolto da Fratelli d’Italia. Alla fine l’assessore Pierfranco Maffè è riuscito nel suo intento ed è ufficialmente candidato nella lista dell’ex partito da cui era uscito nel 2015. Un «rientro all’ovile» anche per il consigliere della lista «Monza con Maffè» Marco Monguzzi, che nel 2007 era stato eletto con Forza Italia ed era poi fuoriuscito, sostenendo prima come candidata sindaco Anna Mancuso (nel 2012) e poi Maffè nel 2017, rientrando entrambe le volte in Comune come consigliere.

Maffè e Monguzzi col Centrodestra

Una scelta - quella di correre solo come nel 2017 - che Maffè aveva già confermato da mesi che stavolta non avrebbe fatto, sostenendo fin dal primo turno la candidatura di Dario Allevi (e non apparentandosi dopo come invece fece la scorsa tornata nel 2017). Per settimane si è vociferato però che avrebbe potuto creare una sua lista centrista (con il sostegno dell’ex sindaco Rosella Panzeri) in appoggio alla candidatura a sindaco di Allevi, per raccogliere le preferenze degli ex democristiani su pressione dello stesso polo del Centrodestra.
Un aspetto fondamentale in questa partita elettorale dal momento che il candidato sindaco del Centrosinistra Paolo Pilotto è un ex Dc e quindi potrebbe raccogliere i favori dei moderati. Un elemento da non sottovalutare per una città come Monza che è stata favorevole al Centrosinistra solo quando il Centrodestra si presentò disgregato, ma che è da sempre «moderata». Da qui il pressing su Maffè, finché settimana scorsa è arrivata la svolta.

L'accordo di Fi con Noi con l'Italia

«In settimana abbiamo chiuso un accordo nazionale con Noi con l’Italia - spiega Giuliano Ghezzi, che tira le fila della campagna di Allevi a Monza - Nella lista di Forza Italia quindi ci saranno due posti per candidati di Noi con l’Italia, uno sarà l’assessore Maffè, l’altro Marco Capuano». Se cinque anni fa Maffè andando solo «tolse» voti al Centrodestra (apparentandosi solo al ballottaggio), questa volta invece potrebbe essere una figura chiave per raccogliere i favori dei moderati. Lo ribadisce anche lo stesso Ghezzi: «Così ci stiamo dimostrando polo attrattivo per liberali e riformisti». Sfumata l’idea di una lista di Maffè, oltre a Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega Nord, a sostegno di Allevi è invece confermata ancora la presenza della lista «Noi con Dario Allevi» (già in Consiglio comunale), che vede capolista ancora il fondatore, l’avvocato Carlo Cappuccio e tra le cui fila questa volta è candidata anche Anna Martinetti (prima con Maffè).
Parrebbero solo 4 le liste a sostegno del Centrodestra, anche se Ghezzi non ha sciolto le riserve sulla possibile presenza di un’altra lista. Senza dubbio, il Centrosinistra invece ha puntato sul numero con ben sette liste in appoggio dello sfidante Paolo Pilotto.

Monguzzi entra in Fratelli d'Italia

Intanto venerdì è arrivata anche l’ufficialità della candidatura di Marco Monguzzi che già aveva ribadito la volontà di ricandidarsi ma senza sciogliere le riserve sul partito.
Lo ha annunciato invece direttamente il Circolo Territoriale di Monza di Fratelli d’Italia che ha emesso una nota: «Previa richiesta del coordinatore Regionale nell'ambito di un più ampio accordo politico nazionale ha deciso di accettare la candidatura di Marco Monguzzi».
Il diretto interessato commenta così: «La mia candidatura è nata sull’idea di un progetto che prevede un’apertura anche a realtà e persone esterne che possono dare un contributo a un partito forte di cui condividiamo i valori, come ha spiegato anche Giorgia Meloni».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie