Menu
Cerca
Studio di fattibilità

Meda, al via collaborazione con il Politecnico per la rinascita del centro storico

Per superare la situazione di alto degrado, valorizzare i beni architettonici, ridare attrattività e rilancio al cuore pulsante storico e commerciale cittadino è stato commissionato uno studio complessivo all’Ateneo milanese.

Meda, al via collaborazione con il Politecnico per la rinascita del centro storico
Politica Seregnese, 14 Aprile 2021 ore 12:30

Meda, al via collaborazione con il Politecnico per la rinascita del centro storico. Per superare la situazione di alto degrado, valorizzare i beni architettonici, ridare attrattività e rilancio al cuore pulsante storico e commerciale cittadino è stato commissionato uno studio complessivo all’Ateneo milanese.

Meda, collaborazione con il Politecnico per la rinascita del centro storico

“La rinascita del centro storico è sempre stata al centro del programma della nostra Amministrazione comunale e con soddisfazione comunico che il Politecnico di Milano, eccellenza universitaria in Italia e nel mondo, ha accettato di collaborare con il Comune di Meda per la predisposizione di uno studio per riqualificarlo da un punto di vista artistico, culturale, storico, economico ed urbanistico”.

Il sindaco di Meda Luca Santambrogio così presenta la deliberazione della Giunta comunale approvata a fine marzo con oggetto l’”atto di indirizzo per la redazione di uno studio di fattibilità per la rigenerazione del centro storico e la progettazione del Palazzo Mascheroni”.

E commenta: “Così si prosegue il percorso delineato ad inizio mandato in Consiglio comunale che prevede per il rilancio del centro storico un’iniziativa pubblica con la sollecitazione dei privati a sistemare gli edifici, la riqualificazione di corso Matteotti – che abbiamo visto degradare sempre più negli ultimi trent’anni – con il coinvolgimento delle proprietà presenti, la tutela e la valorizzazione di piazza Vittorio Veneto, la possibilità di creare pedonalizzazioni a vantaggio della vivibilità, della qualità ambientale e del commercio”.

Queste in estrema sintesi le linee generali indicate dall’Amministrazione e da cui il Dipartimento ABC, Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito del Politecnico di Milano prenderà le mosse per predisporre uno studio che dopo il vaglio della Giunta approderà per un confronto in Consiglio comunale.

I punti fermi dello studio

“L’Ateneo milanese è una garanzia di affidabilità, indispensabile per un progetto complesso – sottolinea il Sindaco – derivante dalla molteplicità degli obiettivi strategici che nella rinascita del centro cittadino riguardano il commercio, l’arredo e il decoro urbano, le politiche per il verde e il miglioramento della qualità ambientale e dell’aria”.

Fra i principali punti fermi dello studio vi saranno:

  • La valorizzazione degli edifici storici per far conoscere la tradizionale e la cultura locale, anche con la creazione di percorsi tematici.
  • La trasformazione del centro storico in un vero e proprio “salotto” con al centro piazza Vittorio Veneto e l’apertura, grazie ad accordi e ad incentivi/sgravi con i privati, dei cortili medesi.
  • Il sostegno ai negozi di vicinato, intesi nel loro ruolo di presidio del territorio, anche con agevolazioni di natura fiscale soprattutto per favorire nuove aperture.
  • Il superamento dello stato di degrado presente in corso Matteotti, avviando un confronto con le proprietà sulla riqualificazione degli immobili, in parallelo ad interventi sulla pavimentazione e sull’illuminazione (riproponendo così lo schema che ha dato buoni risultati in via Solferino).
  • La completa ristrutturazione di Palazzo Mascheroni (per la quale sarà quindi individuato uno studio di progettazione) di cui si prevede un utilizzo pubblico principalmente a servizio delle politiche giovanili.
  • La creazione di un’area pedonale nei fine settimana.

“Un’operazione opportuna fortemente voluta dalla nostra Amministrazione fin dall’inizio del nostro mandato ” – commenta il sindaco Santambrogio – “che finalmente potrà ridare bellezza e valore al cuore della nostra città”.

Necrologie