Politica
Elezioni politiche

Pentastellati a Roma: Sara Montrasio e Bruno Marton in Parlamento

La desiana eletta alla Camera, il varedese invece torna in Senato

Pentastellati a Roma: Sara Montrasio e Bruno Marton in Parlamento
Politica Desiano, 28 Settembre 2022 ore 10:49

Pentastellati a Roma: Sara Montrasio e Bruno Marton in Parlamento. La desiana eletta alla Camera, il varedese invece torna in Senato

Pentastellati a Roma: Sara Montrasio e Bruno Marton in Parlamento

Sara Montrasio e Bruno Marton del Movimento 5 Stelle entrano in Parlamento. Le elezioni politiche del 25 settembre premiano la desiana Montrasio,  eletta alla Camera dei Deputati, e il varedese Marton, che invece torna in Senato. I due neo parlamentari raccolgono il testimone di Davide Tripiedi di Desio, che lascia la  Camera dopo due mandati e Gianmarco Corbetta di Bovisio Masciago, senatore nell'ultima legislatura.

La desiana alla Camera, il varedese torna in Senato

Nel Movimento 5 Stelle dagli esordi, Sara Montrasio, 56 anni, è stata candidata sindaca a Desio nel 2016 e poi consigliera comunale fino al 2021. Considerata la sua esperienza nel campo, nel 2013 ha iniziato ad occuparsi della comunicazione del gruppo consiliare del Movimento in Regione Lombardia. Anche il 53enne Bruno Marton è un attivista storico: era consigliere comunale a Desio quando nel 2013 è diventato senatore, per cinque anni in Parlamento si è occupato di Difesa, Finanze e Tesoro, Sicurezza della Repubblica. Ricandidato ma non eletto, ha collaborato con l’allora sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Vito Crimi.  Da un anno e mezzo, quando è arrivato il premier Draghi,  il varedese aveva lasciato gli incarichi a Roma riprendendo a tempo pieno il suo lavoro di imprenditore nel campo dell’e-commerce di elettrodomestici.

Il commento di Montrasio

"Sono felicissima e a dire la verità ci speravo un po’ per capitalizzare l’esperienza di questi dieci anni nel Movimento. Non davo per scontata l’elezione perché in Lombardia e in Brianza abbiamo sempre fatto un po’ fatica. Penso che la presenza di Conte e la campagna elettorale portata avanti con coerenza, entusiasmo e con l’energia che ci ha messo, abbia dato un grosso contributo al risultato. Credo che il merito della mia elezione sia all’80 per cento suo". Un risultato che conferma al Parlamento due rappresentanti del Movimento 5 Stelle, dopo Davide Tripiedi e Gianmarco Corbetta. "Questa volta però il risultato è ancora maggiore perché il numero dei parlamentari è stato tagliato e perché siamo stati eletti con la stessa legge elettorale che penalizza i partiti che non si presentano in coalizione – ha puntualizzato - L’importante è essere riusciti a mantenere due parlamentari a Roma". Tra gli impegni, "mi piacerebbe portare avanti il lavoro di Davide Tripiedi nella commissione lavoro, lui che è stato il relatore del Decreto Dignità. Mi piacerebbe anche la commissione Cultura e gli Affari istituzionali, che comprende gli enti locali, in cui potrò far valere la mia esperienza in Consiglio comunale". E promette: "Non dimenticherò Desio".

Seguici sui nostri canali
Necrologie