Politica
La scelta di Lissone

San Silvestro, l'appello del sindaco: "Niente botti!"

Il primo cittadino ha chiesto maggiore attenzione anche nei confronti degli amici animali

San Silvestro, l'appello del sindaco: "Niente botti!"
Politica Monza, 29 Dicembre 2021 ore 08:45

In vista dell'arrivo dei festeggiamenti di San Silvestro, il sindaco di Lissone ha voluto chiedere ai cittadini un vero "gesto di civiltà".

San Silvestro senza botti

Il sindaco Concetta Monguzzi ha preso carta e penna e ha invitato i lissonesi, per quanto possibile, ad evitare i festeggiamenti con botti, fuochi d'artificio e petardi.

Con l'approssimarsi della fine dell'anno, voglio chiedere a tutti voi di condividere un gesto di convivenza civile per la serata di Capodanno: evitare l'utilizzo dei botti e dei petardi che, abitualmente, vengono sparati per salutare l'anno nuovo.  Per alcuni è una tradizione, per altri un mezzo per lasciarsi alle spalle il 2021 e salutare il 2022, per altri ancora è un modo per festeggiare. Ognuno trova una propria ragione, individualistica ed egoistica

Queste le parole con cui il primo cittadino ha chiesto la collaborazione di tutti.

"Garantire incolumità e tranquillità di persone e animali"

Il sindaco ha voluto puntare l'attenzione sulla garanzia di una maggiore tranquillità (e sicurezza) sia per le persone che per gli amici a quattro zampe.

Le regole ci sono, e vietano nel modo più categorico l'utilizzo di botti, petardi e fuochi artificiali, eccezion fatta per quelli consentiti dalla legge. Il nostro Regolamento di Polizia urbana per la convivenza civile lo indica chiaramente. Perché penso che alla base della scelta di rinunciare ai fuochi artificiali vi sia la volontà di garantire l'incolumità e la tranquillità delle persone, ma anche degli animali e il rispetto delle cose, sia pubbliche che private.

Negli anni scorsi, infatti, il primo giorno dell'anno le strade erano state invase da petardi ed era capitato che alcuni vandali se l'erano presa con cestini e con i giochi dei bambini nei parchi della città.

Sono consapevole, come sono certa che lo siate voi tutti, che è estremamente difficoltoso far rispettare questa regola. L'esplosione di petardi, spesso messa in atto in prossimità di abitazioni, è un comportamento che denota uno scarso senso di responsabilità, che mette a repentaglio l'incolumità propria e degli altri, che manda - letteralmente - in fumo soldi che si sono faticosamente guadagnati. L'utilizzo dei botti può provocare incidenti e ferite, oltre a danni permanenti nei casi più gravi che puntualmente ascoltiamo nei telegiornali di inizio gennaio. Il rumore della loro esplosione diventa fonte di stress nei bambini più piccoli, nelle persone anziane, e negli animali. Diciamo di avere a cuore l'ambiente, ma i petardi sono fonte di inquinamento.

L'appello alla responsabilità

Il sindaco Monguzzi ha quindi fatto appello al senso di responsabilità individuale e collettivo per garantire la maggiore sicurezza possibile durante i, legittimi, festeggiamenti di fine d'anno.

Conto sulla sensibilità dei lissonesi, affinchè si possa davvero avere un Capodanno diverso dai precedenti. Con l'occasione rivolgo il mio augurio di buon 2022 a tutti voi, in particolare a chi vive momenti di difficoltà: il nuovo anno ci regali serenità e ci restituisca tranquillità e normalità. Buoni festeggiamenti, senza botti!

Così ha concluso il primo cittadino nella missiva indirizzata a tutti i concittadini.

Annullato il dj set on ice in piazza

Nei giorni scorsi l'Amministrazione, alla luce della crescita dei contagi anche in città, ha scelto di annullare la festa in piazza 4 Novembre prevista per la notte di Capodanno.

Inizialmente era infatti previsto il dj set on ice sulla grande pista di pattinaggio allestita davanti a Palazzo Vittorio Veneto. Evento annullato proprio per evitare assembramenti e per contenere l'emergenza sanitaria.

Annullati anche tutti gli appuntamenti fino all'Epifania.

LEGGI L'EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie