Cesano Maderno

Scuole paritarie dell'infanzia: il Comune integra il contributo

Un sostegno alle famiglie dei plessi Ronzoni, Sant’Anna, Sant’Eurosia e San Pio X.

Scuole paritarie dell'infanzia: il Comune integra il contributo
Politica Seregnese, 18 Giugno 2021 ore 15:29

Scuole paritarie dell’infanzia: a Cesano Maderno il Comune integra il contributo per ridurre la retta alle famiglie.

Scuole paritarie dell'infanzia: il contributo

Dal 5 marzo al 1° aprile 2021 il lockdown ha coinvolto anche le attività didattiche delle scuole paritarie dell’infanzia. Per tutelare i bambini e le famiglie, l’Amministrazione comunale, con metodo analogo a quello già seguito lo scorso anno, ma con nuove misure, ha deciso di riconoscere un contributo integrativo alle quattro scuole cittadine: Ronzoni, Sant’Anna, Sant’Eurosia e San Pio X.

Il Comune si fa carico dei giorni di Dad

Alle famiglie dei bambini delle scuole paritarie che hanno fruito in tutto di otto giorni di scuola, di cui quattro in presenza e quattro in Dad,  le scuole addebiteranno solo i giorni in presenza, mentre il Comune si farà carico degli altri quattro. Una scelta che va oltre quanto proposto dalle scuole, che avrebbero addebitato tutti gli otto giorni. Per le famiglie dei bambini che hanno usufruito delle attività a scuola, la retta sarà proporzionale alle ore giornaliere effettivamente fruite e non pari al 100 per cento, e la differenza tariffaria sarà a carico del Comune.

"Un aiuto significativo"

“Un aiuto significativo, considerato che le famiglie dei bambini che hanno partecipato alle lezioni in presenza avrebbero dovuto pagare l’intera quota - evidenziano dal Municipio in una nota ufficiale - Il Comune garantisce alle famiglie anche la quota Isee mensile standard e la quota base per coloro che non hanno l’Isee, in pratica la parte della retta che normalmente viene riconosciuta".

In sintesi, l’Amministrazione ha deliberato di derogare alla convenzione sottoscritta l’anno scorso con i gestori delle scuole dell’infanzia paritarie cittadine per tutelare le famiglie prevedendo, con riferimento a marzo 2021, il seguente contributo fasce Isee:

- 33 per cento per i bambini che hanno fruito complessivamente di otto giorni di scuola, quattro in presenza e quattro in Dad, più il contributo integrativo della retta per i quattro giorni in Dad.

- 100 per cento per i bambini che hanno fruito del servizio sempre in presenza, più il pagamento della differenza tra la retta al 100 per cento a carico delle famiglie e la retta ricalcolata proporzionalmente alle ore giornaliere effettivamente fruite.

"Tutelare le famiglie e sostenere le scuole"

In totale, il contributo del Comune alle quattro scuole, relativo a marzo 2021, per le rette, ammonta a 37.771 mila euro, comprensivi dei contributi Isee e dei contributi integrativi. Spiega l’assessore all’Istruzione, Pietro Nicolaci: “Abbiamo ritenuto di doverci impegnare con risorse significative per tutelare le famiglie e per garantire un sostegno alle stesse scuole dell’infanzia paritarie nel difficile periodo gestionale dovuto alle norme anti-Covid. Ci siamo fatti carico di metà Dad, oltre che del resto, principalmente per ridurre i costi delle famiglie, che stanno affrontando le dure conseguenze economiche dell’emergenza sanitaria”. Il provvedimento segue l'annuncio del contributo a sostegno del sistema integrato dei servizi di educazione e istruzione dalla nascita fino a sei anni.

Necrologie