Politica
L'annuncio

Seregno, valzer di deleghe in Giunta dopo gli avvisi di garanzia

La decisione per via dell’indagine della Procura di Monza sull'aggregazione fra Aeb e A2A.

Seregno, valzer di deleghe in Giunta dopo gli avvisi di garanzia
Politica Seregnese, 08 Novembre 2021 ore 08:04

Nella Giunta di Seregno, valzer di deleghe dopo gli avvisi di garanzia per le nozze tra Aeb e A2A. L'annuncio è stato fatto in Consiglio comunale direttamente dal primo cittadino, Alberto Rossi.

Seregno, valzer di deleghe in Giunta

In Giunta scambio di incarichi fra Roberto Marini e Giuseppe Borgonovo: il vicesindaco Marini cede all’assessore la delega alle Politiche ambientali e assume quella delle Partecipate.
All’origine del provvedimento l’indagine della Procura di Monza sull’aggregazione fra Aeb e A2A e "l’opportunità di non partecipare ulteriormente al processo decisionale e all’ottemperanza delle sentenze della magistratura amministrativa", che hanno bocciato l’operazione industriale e annullato la relativa delibera di approvazione in Consiglio comunale (nell’aprile 2020).

La scelta "per la serenità dell'Amministrazione"

Quindi il primo cittadino e l’assessore non parteciperanno ad alcun provvedimento sulla spinosa materia, come è già avvenuto nei giorni scorsi in occasione di una delibera di Giunta. Rossi ha motivato la decisione "nell’interesse delle istituzioni e per la serenità dell’Amministrazione. Una scelta per evitare qualsiasi eventuale valutazione da parte di chiunque di un potenziale conflitto d’interesse rispetto ai nostri ruoli, che consente al Comune di adempiere e ottemperare nel modo più sereno" alle sentenze amministrative, "evitando qualsiasi tipo di strumentalizzazioni".

Le reazioni dell'opposizione, tra ilarità e condanna

L'annuncio ha suscitato la dura reazione dell'opposizione consiliare. "Siamo su Scherzi a parte – così Ilaria Cerqua, capogruppo di Forza Italia – Il sindaco non fa più il sindaco e così si pensa che si risolvano tutti i problemi di un’indagine giudiziaria e delle sentenze che hanno visto Comune e Azienda soccombenti". Stefano Casiraghi della Lega ha parlato di "una situazione imbarazzante". E ha aggiunto: "Chi ha fallito completamente è giusto che si faccia da parte, ma non sapete più come uscire da un vicolo cieco".

Il servizio completo sul Giornale di Seregno in edicola domani, martedì 9 novembre 2021.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie