Interventi in centro e nei quartieri

Zone 30 e mobilità attiva a Desio: i lavori di consolidamento prendono forma

Proseguono gli interventi in via Roma, Prati, Grandi, Carcano, Lampugnani. Ma anche nelle zone di Bolagnos, Spaccone, San Giorgio e via Piave.

Zone 30 e mobilità attiva a Desio: i lavori di consolidamento prendono forma
Politica Desiano, 26 Gennaio 2021 ore 16:05

A Desio prosegue la filosofia delle Zone 30 con interventi di consolidamento in centro e nei quartieri. Si tratta del consolidamento delle soluzioni tecniche di moderazione del traffico, di creazione delle porte d’ingresso alle Zone 30, di riduzione della larghezza delle corsie a dimensioni conformi al codice delle strada per garantire la circolazione e la sicurezza, di conferma delle chicane per ridurre le velocità dei veicoli, di ampliamento degli spazi dedicati ai pedoni (realizzati in segnaletica orizzontale nella fase temporanea), che ora saranno consolidati con l’allargamento dei marciapiedi, di incroci rialzati per ridurre le velocità, di eliminazione delle barriere architettoniche e sviluppo dello spazio pedonale.

Zone 30 e mobilità attiva a Desio: a che punto sono i lavori

ZONA 30 VIA BRAMBILLA (GENNAIO). E’ in corso la modifica dei marciapiedi di innesto su via Brambilla, che comporterà l’istituzione del senso unico in ingresso nella via Brambilla, eliminando le criticità dell’immissione su via XXV Aprile – Tavola progetto

VIA ROMA, VIA PRATI, VIA CARCANO (GENNAIO/FEBBRAIO) . All’ingresso di via Roma viene realizzata una porta di ingresso alla Zona 30, con ampliamento dello spazio pedonale per migliorare la sicurezza degli attraversamenti. In via Roma viene confermata la moderazione del traffico con la realizzazione di chicane con l’alternanza del parcheggio e la realizzazione del percorso pedonale. Il consolidamento riguarda la realizzazione delle testate dei parcheggi con cordolo rialzato. Lungo via Roma si conferma la riduzione della corsia a una dimensione più adeguata ad una Zona 30, con un larghezza di circa 3,5 mt, che permette ai veicoli l’eventuale sorpasso delle biciclette in tutta sicurezza proprio per la ridotta velocità. Via Dal Verme-Carcano-Dei Tigli viene confermato l’impianto degli interventi temporanei con la realizzazione di un sistema di protezione delle strade scolastiche e dell’ambito su cui vengono a muoversi gli studenti in ingresso ai vari plessi scolastici. Sulla via Filippo Carcano vengono ampliati i marciapiedi in corrispondenza degli incroci con via Prati, via Roma e Jacopo Dal Verme per facilitare l’attraversamento pedonale. Progetto – Tavola progetto

ASSE VIA LAMPUGNANI (FEBBRAIO/MARZO) . I lavori prevedono l’allargamento e la ridefinizione di alcuni tratti dei marciapiedi esistenti e cio’, trattandosi di marciapiedi con finitura in porfido, la cui posa richiede tempi piu’ lunghi, potrebbe traslare la fine dell’intervento a fine marzo. Gli interventi proposti intendono moderare le velocità dei veicoli, ampliare gli spazi pedonali e sviluppare la ciclabilità sull’asse Lampugnani-Corso Italia, come previsto dalle indicazioni relative al Biciplan. Nel primo tratto di Lampugnani (fra via XXV Aprile e via Volta) viene mantenuto quanto previsto in fase temporanea, con il senso unico veicolare e ciclistico cosi come viene fatto in via Volta. Da via Volta in poi, viene confermato il doppio senso ciclistico previsto in fase temporanea, che consente alle biciclette di realizzare il percorso da Piazza Conciliazione a via XXV Aprile e quindi, con il doppio itinerario, fino alla stazione. In questa fase di consolidamento viene portato a termine l’ampliamento dei marciapiedi, soprattutto sul lato sud, e alcune chiusure delle asole a parcheggio esistenti (sia sul lato nord che sul lato sud). In questo modo si mantengono i parcheggi e si favorisce la percorrenza pedonale nella zona degli esercizi commerciali. Progetto – Tavola progetto

VIE GUARENTI, DOLCI, BUOZZI, XXV APRILE . Le corrette temperature consentiranno la stesura dei tappeti in asfalto, in modo tale che sarà possibile completare anche quanto già realizzato in questo ambito, in particolare la messa in quota della “porta” di ingresso alla via Buozzi dalla via XXV Aprile e successivamente verrà realizzata tutta la segnaletica orizzontale definitiva prevista dal progetto – Tavola progetto

“La riqualificazione dello spazio pubblico in contesto urbano, anche attraverso la moderazione del traffico, rende fruibile in maniera diversa la strada come spazio fatto per le persone, non solo per le auto – prosegue Borgonovo. Oltre ad aumentare la sicurezza, la realizzazione delle Zone 30 costituisce un’occasione per riqualificare gli spazi stradali, incrementando il valore estetico del paesaggio urbano residenziale. Lo scopo di questi interventi è una gestione ‘dolce’ del traffico per la riqualificazione urbana e ambientale. Con i quartieri che vedono migliorare la qualità dell’aria, diminuire l’inquinamento acustico, sviluppare una cultura della motricità”.

Riqualificazione nei quartieri  

QUARTIERE BOLAGNOS (GENNAIO/FEBBRAIO). E’ in programma l’ intervento di messa in quota dell’incrocio via Monte Bianco/via Sempione. Il completamento con i tappeti in asfalto è subordinato alle condizioni climatiche e sarà effettuato probabilmente a marzo. Oggetto di questo progetto è la riqualificazione e messa in sicurezza dell’incrocio tra via Monte Bianco e via Sempione attraverso la realizzazione di una platea rialzata a quota marciapiede, con l’obiettivo di moderare le velocità dei veicoli motorizzati, favorendo di conseguenza la sicurezza del nodo e degli attraversamenti pedonali.

In particolare l’intervento prevede:
– la realizzazione della platea rialzata a quota marciapiede e delle relative rampe in corrispondenza dell’incrocio tra via Monte Bianco e via Sempione;
– la realizzazione del senso unico veicolare in direzione est di via Monte Bianco;
– il restringimento della larghezza della carreggiata di via Sempione e la revisione dei raggi di curvatura per ridurre le velocità di manovra all’incrocio ed aumentare gli spazi pedonali;
– la realizzazione di 3 nuovi attraversamenti pedonali;
– l’inserimento di nuovi dissuasori per separare la carreggiata dagli spazi pedonali;
– la realizzazione di nuove aiuole alberate per evidenziare la presenza della platea rialzata ai veicoli provenienti da ovest lungo via Monte Bianco e da nord lungo via Sempione. Informazioni – Tavola progetto

La Viabilità durante i lavori

Lungo la via SEMPIONE e la via MONTEBIANCO (nel tratto compreso tra via Cascina Bolagnos e l’incrocio con via Delle Alpi) è istituito il divieto di transito e di sosta a tutte le categorie di veicoli dalle ore 7.30 di giovedì 28 gennaio sino al termine delle operazioni di risagomatura e consolidamento delle opere stradali, indicativamente previste per le ore 18.00 di venerdì 29 gennaio 2021. Nei medesimi tratti durante l’esecuzione dei lavori il limite massimo di velocità viene ridotto a 20 Km/h, in funzione della necessaria riduzione del calibro stradale e alla movimentazione dei materiali necessari all’impresa.

Di prossima programmazione gli interventi nei quartieri Spaccone, San Giorgio e nel Comparto Piave.

Uno spazio pubblico sicuro per tutti

“Questi interventi cercano di creare un senso differente delle strade, realizzando delle aree dove lo spazio pubblico della strada può essere condiviso in sicurezza da pedoni, ciclisti e veicoli – dichiara l’Assessore alle Politiche di Governo del Territorio Giovanni Borgonovo. Riducendo il traffico di attraversamento e la velocità delle auto sotto i trenta km/h si consente una convivenza sicura tra biciclette e veicoli. L’obiettivo è adeguare l’organizzazione della circolazione stradale in modo da creare una convivenza sicura di tutti gli utenti della strada, oltre che un’elevata qualità abitativa e di vita per i residenti, attraverso la creazione di isole a traffic calming (moderazione del traffico)”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli