Sport
Si terrà al Palameda

A Meda presentata la ventesima Supercoppa di basket in carrozzina

Conferenza stampa in sala Pertini per fornire tutti i dettagli del grande evento del 21 novembre.

A Meda presentata la ventesima Supercoppa di basket in carrozzina
Sport Seregnese, 17 Novembre 2021 ore 15:58

Presentata a Meda la ventesima Supercoppa Italiana Fipic (Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina).

Supercoppa di basket in carrozzina, la presentazione a Meda

Nella mattinata di mercoledì 17 novembre 2021 è stata presentata la ventesima Supercoppa Italiana Fipic (Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina). La conferenza stampa si è svolta nella sala Pertini del Comune di Meda: presenti Luca Santambrogio (sindaco di Meda), Stefania Tagliabue (assessore allo Sport e alle Politiche giovanili del Comune di Meda), Alfredo Marson (presidente di Briantea84), Daniele Riva (coach UnipolSai Briantea84 Cantù), Filippo Carossino (atleta UnipolSai Briantea84 Cantù) e Giulio Maria Papi (atleta UnipolSai Briantea84 Cantù).

Tutto pronto per il 21 novembre al Palameda

La ventesima edizione del trofeo nazionale si giocherà domenica 21 novembre alle 15 sul parquet del Palameda, per la seconda volta della storia (dopo il 2017), con il patrocinio del Comune di Meda. La sfida sarà visibile in diretta su Rai Sport (canale 57 del digitale terrestre). Ancora disponibili posti per assistere al Palameda alla gara: prenotazioni aperte sul sito web www.briantea84.it tramite la piattaforma Eventbrite.

Zappile: "Sarà il simbolo di una completa ripartenza"

Fernando Zappile, presidente Fipic, ha fatto sentire dalla distanza il suo sostegno in occasione della conferenza stampa: "Lo scorso anno è stato molto complicato, per tutti e per tanti motivi che purtroppo sappiamo bene. Per questo considero l’essere riusciti a tornare in campo e poi completare la stagione sportiva un grande successo organizzativo, da attribuire alla Federazione certamente ma anche e soprattutto a tutte le società del nostro panorama, che hanno risposto sempre con serietà e prontezza alle nostre direttive e sollecitazioni. Ma dello scorso anno ci rimangono negli occhi anche gli spalti vuoti, privi del calore e della passione di chi si è avvicinato a questo sport. Ed è proprio per questo che la Supercoppa Italiana di Meda, con quegli spalti che torneranno finalmente a riempirsi di tifo e colori, diventerà quest’anno un evento ancor più importante, perché simbolo di una nuova e completa ripartenza. Ringrazio quindi Briantea84, che con un prezioso lavoro sul territorio ha piantato il seme dell’amore per la pallacanestro in carrozzina, e ringrazio il Comune di Meda, che è stato terreno fertile per far fiorire questo amore, che domenica potrà finalmente tornare a manifestarsi e a brillare".

Santambrogio: "Abbiamo fortemente voluto la Briantea a Meda"

Luca Santambrogio: "Abbiamo fortemente voluto come Comune la Briantea84 sul nostro territorio ed è veramente bello che il nome di Meda abbia una così grande visibilità a livello nazionale e internazionale: abbiamo avuto la fortuna di assistere alla finale scudetto ad aprile, sarà esaltante assistere domenica a questa nuova finale - finalmente alla presenza del pubblico - e poi vivere l’atmosfera europea della Champions League".

Tagliabue: "Un'occasione per tornare alla socialità"

Stefania Tagliabue: "Un’occasione per tornare alla socialità di cui siamo stati a lungo privati, ancor più significativa perché avviene nel contesto di una sana competizione sportiva. Ospitare un evento paralimpico riveste grande importanza perché questi atleti, con la loro tenacia e resilienza di fronte alle difficoltà, rappresentano per tutti un grande esempio: mai farsi abbattere dagli ostacoli della vita, ma reagire e inseguire i propri sogni sempre con forza e col sorriso".

Marson: "Siamo orgogliosi di giocare questo evento a Meda"

Alfredo Marson: "Siamo felici di giocare questo evento a Meda, per l’accoglienza e la disponibilità che l’amministrazione dimostra sempre nei
nostri confronti. Orgogliosi del nostro palazzetto, ben tenuto grazie al grande lavoro di attenzione di tutto lo staff: non è scontato. La città di Meda ogni giorno ci aiuta a promuovere sul territorio la nostra realtà e questa finale di Supercoppa sarà un altro tassello importante. Attendiamo tanto pubblico a sostenerci".

Riva: "Sarà importantissimo il pubblico"

Daniele Riva: "Per la squadra saranno importantissimi il pubblico e l’atmosfera che ci sarà sugli spalti. Arriviamo da una sconfitta in finale di Coppa Italia proprio contro Santo Stefano Avis, una partita particolare fatta di episodi. Come è stata particolare l’ultima stagione, segnata dalla pandemia di Covid-19. Stiamo preparando questa finale con la forza di giocarla in casa, sostenuti dal nostro pubblico. La squadra è giovane, puntiamo molto sul futuro di questa società e ci crediamo. Sono convinto che gli atleti metteranno in campo una partita importante e io dovrò convincere loro che sono forti, ho l’obiettivo di costruire il credo di questo team".

Carossino: "Abbiamo tanta voglia di regalare spettacolo"

Filippo Carossino: "Giocare un’altra finale è sempre bello, in Briantea84 ho avuto la fortuna e il privilegio di giocarne tante. Stiamo
cercando di affrontare questa partita nel migliore dei modi. Quello che può fare la differenza è l’aspetto mentale, oltre che i dettagli tecnici. In una partita i momenti di difficoltà non mancheranno e la forza della squadra sarà quello di reagire. In questi otto anni ho sempre giocato con il pubblico sugli spalti, un aspetto importantissimo. Il palazzetto vuoto è stato particolare, ma ora siamo contenti che quest’anno si possa
giocare davanti ai nostri tifosi, il nostro tredicesimo uomo in squadra, con tanta voglia di fare bene e con l’obiettivo di regalare spettacolo".

Papi: "Vogliamo far capire che siamo atleti"

Giulio Maria Papi: "Volevo ringraziare il sindaco e l’assessore per essere qui oggi, la macchina organizzativa di Briantea84 che è immensa. Vogliamo far capire sempre di più che siamo atleti, rappresentanti di un movimento di élite come quello del basket in carrozzina. Rivedere il pubblico è stato emozionante, con un primo approccio molto strano dopo mesi di vuoto sugli spalti. Vedere e sentire il sostegno è stato stimolante per dare il massimo. I tifosi saranno fondamentali per riscattare la sconfitta in Coppa Italia. Per episodi si può vincere o perdere una partita e domenica lotteremo fino in fondo per portare a casa il trofeo".

Ottava gara tra le due formazioni

La gara tra UnipolSai Briantea84 Cantù (Campione d’Italia 2021) e Santo Stefano Avis (Detentore della Coppa Italia 2021) è ormai un classico degli ultimi anni del basket in carrozzina italiano: sarà l’ottava consecutiva tra le due formazioni, nelle ultime tre stagioni:
Supercoppa 2018, Coppa Italia 2019, Scudetto 2019, Supercoppa Italiana 2019, Coppa Italia 2020, Scudetto 2021, Coppa Italia 2021 e l’imminente e prossima Supercoppa Italiana 2021.

Necrologie