Oggi in città

Berlusconi “A Monza uno stadio da Serie A, ora dobbiamo per forza arrivarci”

Il patron dei biancorossi oggi in città in occasione della presentazione dello spot pubblicitario dello sponsor della squadra.

Sport Monza, 18 Febbraio 2021 ore 16:56

Berlusconi “A Monza uno stadio da Serie A, ora dobbiamo per forza arrivarci. La squadra sta rispettando i nostri obiettivi”.

Berlusconi a Monza “Abbiamo uno stadio da Serie A”

Ha parlato tanto di calcio, la sua grande passione assieme a quella per la politica. Un Silvio Berlusconi in gran forma quello che si è visto oggi a Monza, in occasione della presentazione dello spot pubblicitario dello sponsor della squadra, WITHU.

Il patron dei biancorossi si è mostrato particolarmente soddisfatto “Ho visitato tutto lo stadio e gli spogliatoio che abbiamo rimesso completamente a nuovo. E’ ormai uno stadio da serie A, un altro motivo per cui siamo costretti ad andare in Serie A – ha detto Berlusconi poco prima dell’inizio della conferenza stampa.

A margine dell’evento poi Berlusconi ha snocciolato anche alcuni consigli tecnici in vista delle prossime partite, soprattutto per fare in modo che Balotelli si inserisca al meglio: “Deve inserirsi nella squadra, dobbiamo anche cambiare gioco, perché quando è entrato nell’ultima mezz’ora ha ricevuto poche palle. Una sistemazione diversa, tattica rispetto a quella col Pisa. Quando giochiamo fuori dobbiamo stare più coperti e aprirci la strada a fiondate. Se continuiamo a pressare le loro difese è più facile ottenere rigori che gol”.

Il patron del biancorossi non ha risparmiato anche una frecciata a Kevin Prince Boateng, altra stella della squadra: “Il Monza andrà in serie A se lui smetterà di sbagliare i rigori”.

Sul Governo Draghi

Berlusconi ha commentato anche la neonata squadra di Governo con a capo Mario Draghi.

“Il discorso di Draghi mi è piaciuto, ora bisogna affrontare le problematiche col cuore oltre che con la mente. E’ un momento di ricostruzione, alcuni lo hanno paragonato a quello del dopoguerra. Si mettano da parte le discussioni, servono interventi precisi che vadano approvati subitissimo. Per quanto riguarda la squadra di Governo è una buona squadra. Poi come tutti avrei scelto qualche altro ministro. Noi garantiamo coi nostri tre. Esperti e molto capaci. In un momento di emergenza per Covid ed economia, i particolarismi vanno lasciati da parte e bisogna unirsi in una forza unica e nazionale, per rinascere e riscostruire”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli