Calcio - Serie D

Giuseppe Commisso è il nuovo allenatore della Caratese

Reduce dall'avventura con il NibionnOggiono, è stato giocatore dell'allora Folgore Verano

Giuseppe Commisso è il nuovo allenatore della Caratese
Sport Caratese, 23 Giugno 2021 ore 14:58

Giuseppe Commisso  sarà l'allenatore della Folgore Caratese nella prossima stagione di serie D nazionale.

Ritorno a "casa"

La società del presidente Michele Criscitiello ha quindi scelto il successore di Emilio Longo individuandolo in Giuseppe "Joey" Commisso. Il tecnico è reduce dalla splendida esperienza sulla panchina del NibionnOggiono, che giusto qualche giorno fa ha vinto i playoff del girone B di serie D (la Folgore Caratese era invece nel girone A): la società lecchese ha però contestualmente reso noto il suo disimpegno dalla scena calcistica, liberando di fatto l'allenatore. Commisso è stato giocatore di quella che è stata la Folgore Verano, una delle due "anime" che ha poi contribuito a fondare l'attuale società brianzola.

Commisso per il salto di qualità

La Folgore Caratese ha appena concluso un campionato condotto nelle parti alte della classifica, ma che non ha portato a sostanziali traguardi, visto che i brianzoli sono rimasti fuori dalle prime 5 posizioni della classifica. La società azzurra sceglie quindi un tecnico giovane, ma già navigato, visto che l'esperienza sulla panchina del NibionnOggiono è durata complessivamente quattro anni. Le speranze caratesi sono quelle di poter fare un ulteriore salto di qualità e di poter magari lottare per la promozione in serie C, sulla scia di quanto successo nella vicinissima Seregno giusto qualche settimana fa.

Panchine libere e non

Rimanendo in serie D, al momento è libera anche la panchina della Vis Nova Giussano, che da poco ha salutato - dopo una lunga collaborazione - Agostino Mastrolonardo. Nella stessa categoria, il panorama brianzolo ha perso il Seregno ma ha "acquisito" la Leon di Vimercate, che ha appena conquistato la promozione battendo il Lumezzane allo spareggio: su questa panchina, però, dovrebbe rimanere Alberto Motta, ovvero il tecnico che ha portato gli arancioni fino alla storica promozione.

Necrologie