Sport
Serie A

Monza-Sassuolo, il dopo partita: Dionisi: "Siamo rammaricati". Palladino: "Mi piace rischiare"

Monza-Sassuolo, il dopo partita: Dionisi: "Siamo rammaricati". Palladino: "Mi piace rischiare"
Sport Monza, 22 Gennaio 2023 ore 18:15

Per il dopo parftita di Monza-Sassuolo si presenta per primo in sala stampa il mister della squadra ospite, Alessio Dionisi.

Monza-Sassuolo, Dionisi: Frattesi resterà con noi. Abbiamo sprecato occasioni

"Sicuramente il risultato è positivo - afferma l'allenatore neroverde - Finiamo con rammarico perché abbiamo avuto noi le occasioni più importanti. Dopo il pareggio abbiamo avuto due occasioni importanti; Berardi avrebbe bisogno di minuti per recuperare la miglior condizione, ma oggi dal 70' era un po' in difficoltà fisica. Invece è stato in partita tutta la gara dando il suo contributo. Lui è troppo importante per essere messo in discussione. Tra un po' la traversa sarà gol e così anche le due occasioni a tu per tu con il portiere. Non vinciamo da un po', ma la serie A è difficile. Thorstvedt? Cerco di valorizzare i giocatori come lui. E' molto fisico, ha bisogno anche lui di trovare i minuti sulle spalle. Ritroverà il suo spazio. La prestazione di Frattesi è stata positiva come quella di tutta la squadra. Non ho timore di perderlo in questa sessione di mercato. Ma lo dico io, bisognerebbe chiederlo ai dirigenti. Loro però hanno le idee chiare: i giocatori che abbiamo restano con noi per arrivare a marzo con risultati positivi". Torniamo alla partita: "Abbiamo preso gol in un momento in cui il Monza non aveva creato i presupposti per segnare, nei 16 metri dobbiamo non siamo più cinici come l'anno scorso, dobbiamo arrivare al gol in un altro modo. Per il futuro dobbiamo credere in noi stessi, sono certo che questa squadra esprimerà il suo potenziale".

Palladino: "Gytkjaer per Caldirola? Mi piace rischiare"

"Credo che abbiamo fatto un ottimo girone d'andata. Siamo in continua crescita, dobbiamo continuare così. Dobbiamo essere consapevoli che abbiamo messo un grande tassello per il nostro obiettivo. Ma attenzione, il girone di ritorno sarà ancora più complicato perché le squadre ti studiano e c'è ancora il mercato aperto. Non dobbiamo farci distrarre dai punti di vantaggio che abbiamo sulla zona retrocessione".

Palladino sulla partita

"Ho provato un bel mix di emozioni. Abbiamo approcciato bene la partita, i primi quindici minuti credo che li abbiamo fatti bene. Avevamo il pallino del gioco e linee di passaggio, abbiamo provato a metterli in difficoltà. Preso il gol, però, ci siamo un po' impauriti, eravamo lenti nei passaggi, eravamo sterili nel gioco, molto sporchi, lento il giropalla. Ho avuto una sensazione che non mi è piaciuta, per questo nell'intervallo mi sono arrabbiato. Non ce l'avevo con i tre che ho cambiato, ma davanti ho voluto mettere un po' di freschezza. Secondo me abbiamo alzato un po' il livello, poi potevamo vincere o perdere, ma sapevamo che rischio ci stavamo prendendo".

"Mi piace il rischio. Il rigore? Più no che sì. Caprari ha svoltato"

Mi è piaciuto rischiarla. Dopo il pari potecvamo difenderci un po' di più ma ho voluto dare un segnale alla squadra. Comunque questo è un punto d'oro. Sul rigore dico che è un episodio, mi sembra più no che sì, ma se anche ci fosse un errore, tutti possono sbagliare. Caprari ha svoltato sotto il profilo dell'atteggiamento, ora va forte, ha raggiunto forse una consapevolezza ulteriore nei suoi mezzi. C'è stata una fase in cui non riusciva a esprimersi. Ho cercato di stargli vicino e dargli consigli, ma alla fine è scattato qualcosa dentro di lui. E' il nostro acquisto di gennaio, può fare ancora meglio, soprattutto nella scelta dell'ultimo passaggio, ma ho ritrovato un ottimo giocatore".

Monza-Sassuolo dopo partita: i cambi del Monza per migliorare la squadra tecnicamente

"Durante la partita abbiamo cambiato tanto, non ci sono stati problemi fisici ma solo mentali nel primo tempo. Nel secondo tempo abbiamo alzato il livello di atteggiamento e intensità, i cambi sono stati fatti per migliorare la squadra sotto il profilo tecnico. Su Sensi ero indeciso e dovevo scegliere: ho scelto Valoti perché Machin stava facendo bene. Rovella non era in condizione oggi di poter entrare. La catena di destra del Sassuolo con Frattesi, Berardi e Toijan è una delle più forti. Ho preferito mettere Izzo a sinistra per contenere Berardi. Di là Marlon che ha limitato Laurientè. Mi è piaciuto l'atteggiamento dei ragazzi nel secondo tempo, hanno avuto il coraggio di affrontare i duelli anche dietro. La sostituzione di Caldirola con Gytkjaer? Mi piace rischiare, togliere un difensore per un attaccante... Potevamo perdere, ma potevamo vincere anche noi. Ho preferito questa soluzione perché volevo un po' allargarli. Fare gol di testa non è nelle nostre caratteristiche, ma stiamo lavorando su scelta di tempo e occupazione dell'area, sono sicuro che presto arriveranno anche i gol di testa". Conclusione su Ciurria: "Non mi sorprende più, sa giocare, è intelligente, s'impegna. Deve continuare così, oggi gli ho detto di non accontentarsi perché può fare una seconda parte di stagione ancora migliore".

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie