Sport

Monza-Spezia live. Palladino crede nei ragazzi, per Gotti resta lo "0" in trasferta

Palladino incontentabile: "Nella ripresa siamo stati un po' rinunciatari". Gotti: "Bene i primi 30 minuti"

Monza-Spezia live. Palladino crede nei ragazzi, per Gotti resta lo "0" in trasferta
Sport Monza, 09 Ottobre 2022 ore 18:38

Monza-Spezia live. Dopo la partita vinta dal Monza, Arriva in sala stampa prima di tutti il mister ospite, Luca Gotti, che esamina lucidamente la situazione.

Monza-Spezia live. Mister Luca Gotti (Spezia)

"Abbiamo giocato la prima mezz'ora con personalità ed energia, ci siamo procurati qualche occasione, ma al 30esimo abbiamo subito un gol banale… può capitare. Ci abbiamo messo un quarto d'ora per cercare di ricostruirci, nel secondo tempo il baricentro è cambiato un po' e  gli spazi sono cambiati. Il Monza capitalizza il calcio d'angolo, si porta sul doppio vantaggio e per noi diventa tutto più difficile. Abbiamo lo zero in trasferta? Abbiamo trovato una squadra in fiducia. Il fatto concreto è che anche oggi non abbiamo fatto gol nonostante le occasioni di  Agudelo e Maldini su cui è stato bravissimo Di Gregorio… Nell'avanzare della partita abbiamo cercato di mettere dentro tutta la qualità di cui disponiamo nei trenta metri, ma il Monza è stato bravo a capitalizzare le occasioni che ha avuto, mentre noi no".

Mister Raffaele Palladino

L'allenatore del Monza entra in sala stampa visibilmente soddisfatto, nonostante sostenga che la prova della sua squadra non l'abbia convinto fino in fondo. "E' stata una partita sporca - esordisce - lo Spezia è una squadra temibile, la più difficile da affrontare in queste prime tre partite. Conosco bene Gotti, so che le sue squadre ti fanno giocare male, sono aggressive. Nel primo tempo ci hanno messo in difficoltà, ma i ragazzi sono stati bravi a non prendere gol, a riprendersi e poi nelle ripartenze. Quando abbiamo segnato ci siamo un po' sbloccati, nel secondo tempo invece abbiamo smesso un po' di giocare, cosa che non mi è piaciuta. Devo però aggiungere che siamo diventati squadra, siamo compatti e difficili da incontrare. Non vogliamo prendere gol e questo mi piace. Abbiamo creato un gruppo meraviglioso, crediamo in quello che facciamo, ci piace stare a Monzello. Dobbiamo mantenere questa umiltà perché con le qualità tecniche che abbiamo possiamo fare grandi cose".

Il mio merito? aver creduto in questi ragazzi

"Se ho un merito forse è quello di aver creduto in questi ragazzi, di credere che potessero dare una svolta a questo campionato. Ho cercato di trovare la chiave giusta, mi è piaciuto avere un contatto fisico con loro, abbracciarli, ho cercato di dare loro un segnale sotto l'aspetto emotivo e mentale. Gli ho dato coraggio e ho anche cercato di dare loro un'identità di gioco nell'essere compatti. Loro sono stati bravi a mettersi a disposizione: ho già detto che per me è stato più facile allenare la Serie A che la Primavera, perché questi calciatori mi hanno reso più facili le cose".

La gente si sta appassionando, vogliamo fare grandi cose

"Sabato giochimo contro l'Empoli, io non guardo la classifica, noi puntiamo alla salvezza. Manteniamo umiltà e piedi per terra. Vedo tanto entusiasmo anche in città, tra i tifosi. Questo ti aiuta a comprendere quanta responsabilità ha l'allenatore: poi arrivi allo stadio dove c'è gente e io perdo la voce perché non riesco a farmi sentire a causa del tifo eccezionale. Siamo passati da pochi tifosi in Serie C a una grande affluenza allo stadio e questo è bello: il tifoso del Monza si sta appassionando, capisce che vogliamo fare grandi cose. Senza tifosi il calcio non esiste".

Monza-Spezia live: Palladino felice per Berlusconi e Galliani

"Purtroppo per i ragazzi, li faccio lavorare tanto, ma questo non vuol dire correre e basta, ma correre bene. Oggi non abbiamo corso bene, ma la condizione fisica in A non può mancare, la devi mantenere fino al 95'. Noi stiamo crescendo e possiamo ancora farlo. Chiamerò Berlusconi perché mi fa piacere sentirlo. Galliani a fine primo tempo è andato in Duomo e ha raggiunto la squadra a fine partita: c'è stato entusiasmo nello spogliatoio. Vedere la felicità di Galliani e Berlusconi è importante, loro amano il Monza, meritano queste soddisfazioni, sono strafelice di regalare loro queste soddisfazioni perché hanno avuto coraggio credendo in me".

Sei gol fatti, zero subiti

"Non sono amante delle statistiche, ma i tre successi, sei gol fatti e zero subiti, sono un dato di fatto. Oggi non è stato facile non prendere gol, va dato merito allo Spezia. Ma non aver preso gol dà fiducia e morale. Sia il portiere che i difensori sono stati bravi, ma non prendere gol dipende dalla richiesta che l'allenatore dà alla squadra: oggi abbiamo visto Gytkjaer e Caprari dannarsi per correre dietro agli avversari. Non prendere gol è fondamentale, dà morale, ma non bisogna abbassare la guardia".

Carlos Augusto raggiungerà livelli altissimi

"Carlos Augusto è tra quelli che mi hanno sorpreso più di tutti: per me arriverà a giocare ad altissimo livello. Mi augurò che diventerà così forte al Monza. Ha qualità fisiche e tecniche di velocità ed esplosività".

Incontentabile

Chiudiamo il racconto di Monza-Spezia in diretta live con un Palladino incontentabile. "Mi auguro di arrivare il più avanti possibile, ma oggi non sono contento del secondo tempo: bisogna avere coraggio nel giocare, oggi siamo stati nel secondo tempo un po' rinunciatari. Magari è subentratata solo un po' di frenesia nel liberarsi della palla, quindi su questo lavoreremo con serenità. La mia squadra in fase di possesso deve avere più coraggio e mettere in difficoltà gli avversari con il gioco".

Seguici sui nostri canali
Necrologie