Sport
Finisce 3-2 per le orobiche

Pallavolo Serie A1, Vero Volley Milano battuta a Bergamo

Le milanesi si arrendono ai vantaggi del tie-break alla generosa Volley Bergamo 1991, capace di prendersi il sorriso dopo quattro sconfitte consecutive

Pallavolo Serie A1, Vero Volley Milano battuta a Bergamo
Sport 23 Gennaio 2023 ore 09:57

Un solo punto per la Vero Volley Milano sul campo del Pala Intred di Bergamo. Nella terza giornata di ritorno della Serie A1 femminile 22-23, le milanesi si arrendono ai vantaggi del tie-break alla generosa Volley Bergamo 1991, capace di prendersi il sorriso dopo quattro sconfitte consecutive.

unnamed (1)
Foto 1 di 3
unnamed (2)
Foto 2 di 3
unnamed
Foto 3 di 3

Pallavolo Serie A1, Vero Volley Milano battuta a Bergamo

“Difficile dire cosa non ha funzionato oggi - ha commentato al termine della partita la giocatrice Beatrice Negretti. Sicuramente possiamo fare molto meglio, spingendo di più. Ci sono momenti in cui il nostro gioco è impeccabile, altri in cui ci perdiamo: la chiave sarà trovare equilibrio in queste due fasi, perché quando facciamo il nostro gioco diventa difficile per gli altri. Dobbiamo resettare questo stop e ripartire subito: ci aspetta una settimana di fuoco e dobbiamo concentrarci su di noi e andare avanti".

Mercoledì l'appuntamento in Coppa Italia

Per la squadra di Gaspari infatti non c'è il tempo di piangersi addosso: mercoledì sera infatti è fissata la gara secca casalinga dei Quarti di Finale della Coppa Italia Frecciarossa contro Casalmaggiore che vale un posto alla Final Four di Casalecchio di Reno del 28 e 29 gennaio. Serve dunque massima concentrazione e spirito di squadra.

La cronaca della partita

Per quanto riguarda la cronaca del match di ieri, ad un primo set dominato da Orro e compagne, superbe in tutti i fondamentali (3 muri di Sylla e una scatenata Thompson), le orobiche rispondono con un secondo altrettanto determinato, con l'ingresso di Frosini per Lorrayna Da Silva a cambiare il volto alla gara.

Milano torna a ruggire nel terzo, affidandosi alla diagonale Camera-Stysiak e alle fiammate centrali di Rettke (entrata per Stevanovic) e Folie per fuggire nel momento chiave del parziale, ma si fa nuovamente mettere alle corde dalla squadra di Micoli nel quarto, solida in difesa con Cecchetto e chirurgica con Lanier e Cagnin in attacco.

Il tie-break è nuovamente condito da un punto a punto di grande intensità: Milano subisce un break delle bergamasche, 10-8, dopo essere stata avanti al cambio di campo, 8-7, riesce ad impattare con una superlativa Larson (tra le migliori in campo) ma si perde nel finale commettendo qualche errore di troppo.

Seguici sui nostri canali
Necrologie