Sport
Serie A

Verso Cremonese-Monza: Palladino predica umiltà e concentrazione. Su Inzaghi: "La forza di una squadra è quella di saper sopperire agli errori"

Contro i grigiorossi uno scontro salvezza in piena regola. Gli arbitri? "Il loro è il lavoro più difficile". Sensi recupero record: convocato

Verso Cremonese-Monza: Palladino predica umiltà e concentrazione. Su Inzaghi: "La forza di una squadra è quella di saper sopperire agli errori"
Sport Monza, 13 Gennaio 2023 ore 14:57
Verso Cremonese-Monza. Mister Raffaele Palladino si presenta alla conferenza stampa pre match con la consapevolezza di avere a disposizione calciatori forti, ma anche sicuro che a Cremona il clima sarà complicato.

Verso Cremonese-Monza: il percorso dei biancorossi fino a oggi

"Siamo felici del percorso che stiamo facendo. Un percorso di crescita che sarà ancora lungo. A ogni modo non abbiamo raggiunto ancora nessun traguardo. Servono calma e umiltà. Quello di domani è uno scontro salvezza contro una squadra difficile da affrontare. Non dobbiamo guardare la classifica, ci interessa una prestazione di intensità".

Cremonese-Monza: che partita sarà

"Delle tre partite di inizio gennaio questa è la più difficile. Affronteremo una squadra che cercherà di farci giocare male. Loro vorranno fare risultato, noi dobbiamo arrivare sul loro campo con voglia, determinazione e umiltà. Dovremo essere bravi a calarci nella gara. Se diventa una partita sporca dovremo essere sporchi anche noi, se invece potremo giocare a calcio, abbiamo dalla nostra parte anche quest'arma Il clima sarà complicato: mi aspetto l'aggressività e l'intensità propri di uno scontro salvezza. Dovremo essere bravi a partire subito forte, fare la prestazione e portare a casa il risultato".

Vialli e la Cremonese

E stata una settimana emozionante, abbiamo visto tante dichiarazioni: a Cremona (Sarà la prima partita in casa dei grigiorossi dopo la morte del campione) sarà emozionante ma dopo il fischio dell'arbitro dobbiamo pensare a giocare, la vita va avanti".

L'errore di Marì

"L'errore di Pablo è un errore tecnico che può capitare anche a un calciatore. Non l'abbiamo neanche esaminato, è stato bravo anche Lautaro a rubargli palla. Lavoreremo più sugli aspetti tecnici e tattici piuttosto che su errori individuali. Pablo ha fatto una grandissima prestazione con interventi decisivi su Dzeko e Lukaku".

Verso Cremonese-Monza: gli infortunati

"Sensi sta lavorando con la squadra e tra qualche giorno sarà con noi. Vediamo come va, gli mancano il ritmo gara e il ritmo partita. Contiamo di riuscire a riportarlo in gruppo perché ha lavorato bene in questo periodo (Nel pomeriggio Sensi è stato convocato per la partita contro la Cremonese). Rovella in parte ha lavorato con la squadra. Donati è ancora fuori".

Gli arbitri e il fuorigioco semi-automatico

"Sul rendimento degli arbitri, per quanto mi riguarda sono sempre dalla parte della loro buona fede. Sono professionisti bravi e preparati. So quanto lavoro fanno e credo che il loro sia il lavoro più difficile tra tutti quelli che entrano in campo. Non è facile decidere in una frazione di secondo. Io stesso a volte per capire cosa è successo a volte devo riguardare decine di volte gli stessi fotogrammi. Sul fuorigioco semi automatico posso dire che sono pro tecnologia perché offre dati certi e oggettivi. Se va a migliorare una situazione mi fa piacere, ma a mio giudizio gli errori arbitrali e del guardalinee ci possono stare e sono anche il bello del gioco.  Lascio comunque decidere chi ha più potere di me".

Dany Mota

"Dany Mota (che non è stato convocato per un risentimento muscolare accusato nel pomeriggio) è straordinario, gli manca qualche gol, ma sono sicuro che però farà questa seconda parte di campionato alla grande. Un giocatore non si deve focalizzare su una sola posizione in campo, Dany ti permette di utilizzarlo in diverse posizioni proprio per le sue caratteristiche".

Verso Cremonese-Monza: Ciurria, Birindelli, Machin, Carlos e l'attacco

"Patrick Ciurria ha caratteristiche importanti: è un giocatore di gamba, strappo e intelligenza calcistica. Può giocare ovunque e mi piace vederlo a piede invertito: sicuramente lo schiererò anche a destra. Oggi pomeriggio proveremo la soluzione migliore per lui.
Birindelli contro l'Inter ha limitato un giocatore come Dimarco. E' un competitivo e positivo all'interno del gruppo: ha avuto la sua occasione e l'ha sfruttata, come altri. Anche Machin ha fatto bene. La mia fortuna è avere giocatori che danno il massimo durante la settimana e in partita. Carlos ha qualità tecniche.
Il mio obiettivo è cercare di fare esprimere tutti al 100%. Se con qualche giocatore non ci riesco dedico ore a casa alla ricerca delle modalità giuste per riuscire a farlo migliorare. Sto cercando anche altre soluzioni per mandare in gol i giocatori della fase offensiva, ma credo che lo score sia già migliorato. Devono solo crederci un po' di più".

Su Inzaghi

"Gli errori arbitrali fanno parte del gioco, a me dispiace di quanto accaduto durante Monza-Inter, ma mi piace parlare di calcio. Riduttivo focalizzarsi su un solo errore, credo che la forza di una grande squadra debba permetterle di sopperire a errori che possono capitare in campo. In ogni caso capisco il punto di vista di Inzaghi che stimo molto".

Verso Cremonese-Monza: il punto di vista su Alvini

"Noi dobbiamo guardare in casa nostra, non a quello che accade in casa degli altri. Dobbiamo concentrarci su quello che possiamo fare di buono. Sono super concentrato sulla mia squadra non mi interessa cosa succede poi".

Galliani e la proprietà

"Galliani ci trasmette grande passione. Lui vive di calcio ed è innamorato della squadra, ogni giorno ci trasmette questo senso di appartenenza. Ci trasmette voglia di vivere le partite con entusiasmo e passione. Le sue esultanze fanno capire come vive il calcio. Ci abbiamo scherzato su creando un momento di entusiasmo. Dobbiamo ringraziare la proprietà che ci mette nella condizione di lavorare bene. Noi dobbiamo prendere partita dopo partita, non dobbiamo uscire dal nostro orticello che è quello della salvezza. Capisco l'entusiasmo, ma non dobbiamo spostare il nostro focus: salvezza, umiltà, concentrazione".

I convocati, c'è Sensi

Di seguito la lista dei 25 convocati da palladino al termine della rifinitura pomeridiana. Per Dany Mota, assente dell'ultimo minuto, risentimento muscolare accusato durante la seduta.

3 Pablo Marí, 4 Marlon, 5 Caldirola, 7 Machin, 8 Barberis, 9 Gytkjaer, 10 Valoti, 12 Sensi, 16 Di Gregorio, 17 Caprari, 19 Birindelli, 22 Ranocchia, 26 Antov, 28 Colpani, 30 Carlos Augusto, 32 Pessina, 37 Petagna, 38 Bondo, 44 Carboni, 55 Izzo,  77 D'Alessandro, 80 Vignato, 84 Ciurria, 89 Cragno, 91 Sorrentino.

Seguici sui nostri canali
Necrologie