Sport
Oggi alle 15 al Brianteo

Verso Monza-Juve, Palladino: «Cambieremo tatticamente, ma chiedo soprattutto cuore»

Mancano davvero poche ore alla partita contro i piemontesi, una delle più attese del campionato

Verso Monza-Juve, Palladino: «Cambieremo tatticamente, ma chiedo soprattutto cuore»
Sport Monza, 18 Settembre 2022 ore 12:21

Si scaldano i motori per l'attesissima partita Monza-Juventus, prevista per oggi sul campo del Brianteo.

Monza-Juve: "Serve cuore!"

Per la prima volta i tifosi biancorossi hanno l'opportunità di seguire all'U-Power Stadium una gara di campionato contro un avversario di prestigio e blasone mondiale.

I giorni sono stati pochi, ma ho preso quasi la residenza a Monzello, lavorando dodici ore al giorno. Abbiamo fatto molto a livello tattico: vorrei vedere soprattutto intensità e coraggio.

Così Raffaele Palladino, al suo esordio sulla panchina del Monza, oggi alle 15, in casa, contro la Juventus.

Abbiamo qualità a livello individuale e possiamo adottare varie soluzioni. Ho provato la difesa a quattro e quella a tre, non ho ancora deciso. 3-4-3 o 4-3-3, sono solo numeri: l'importante sarà l'equilibrio, la voglia, di sacrificarsi. La Juventus? Se non le avessero annullato un gol al novantacinquesimo sarebbe stata a due punti dal primo posto. Possono essere mentalmente condizionati dalle sconfitte in Champions e dalle assenze, ma faranno una prestazione “violenta”, ci aggrediranno con grande forza. Dovremo reggere l'onda d'urto, reagire con determinazione.

Sul suo esordio: «La mia storia dice che non mi sono mai emozionato a una “prima”, le cose difficili mi piacciono. Questo esordio è inaspettato, non semplice, ma meraviglioso. È un sogno e non vedo l'ora».

"C'è voglia di rivalsa"

Mancheranno ancora Andrea Ranocchia, D'Alessandro, ma anche Petagna: «Ha avuto un leggero fastidio muscolare, dobbiamo capirne l'entità. Mi dispiace tantissimo, ci teneva molto. Ce la metterà tutta per tornare più forte di prima».

E poi la ricetta: «Giocheremo con il cuore, lo dico adesso e sono sicuro che succederà. Ho letto la voglia di rivalsa e di tirarsi fuori da questo momento, con la consapevolezza di essere una squadra forte, anche a livello individuale. E abbiamo bisogno dei tifosi: so che lo stadio ci sarà pieno, saranno l'arma in più per noi».

LEGGI L'EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie