Attualità
A Carate Brianza

Alla Carate tra il verde e l'antico la carica dei 5192

Quarantunesima edizione della camminata. Assegnati i riconoscimenti ai gruppi più numerosi nel ricordo dei soci scomparsi.

Alla Carate tra il verde e l'antico la carica dei 5192
Attualità Caratese, 16 Ottobre 2022 ore 13:01

Sono stati in 5.192 a partecipare, questa mattina, a Carate Brianza, alla 41esima edizione della Carate tra il verde e l’antico, la marcia per eccellenza organizzata alla perfezione dai Marciacaratesi.

Alla Carate tra il verde e l'antico la carica dei 5192

“Nel 2019 avevamo registrato 8.080 presenze, l’edizione 2020 era saltata causa Covid-19 e l'anno scorso i partecipanti erano stati 4.400: lentamente si sta tornando ai livelli record pre pandemia” spiegano gli organizzatori, soddisfatti del risultato.

La Porada di Seregno gruppo più numeroso

Tre i percorsi proposti: uno da 7, uno da 14 e il più impegnativo, da 20 chilometri. Tutti con partenza dalla Residenza "Il Parco" di via Garibaldi. Premiato come gruppo più numeroso La Porada di Seregno con 137 partecipanti. Golden card come socio onorario ad Annibale Colombo, l’ex storico presidente della BCC Carate Brianza. Il sindaco Luca Veggian ha consegnato una medaglia oro all’attuale trio dirigente, composto dal presidente Antonello Nobili, dal vice Dino Bagnardi e dal segretario Silvio Redaelli.

Gruppo locale, gruppo Avis e gruppo scolastico

Tornando alla classifica, i Lamber Walking di Dario e C. si aggiudicano il trofeo per il primo posto nella classifica dei gruppi caratesi più numerosi; L’Avis di Carate, Tregasio e Triuggio quello per il gruppo Avis più numeroso e l’Istituto Vescovi Valtorta e Colombo quello per il gruppo scolastico con più partecipanti.

I Marciacaratesi hanno dedicato i trofei più importanti alla memoria degli indimenticabili soci scomparsi: Giorgio Molteni, Alberto Alberti, Enrica Dell'Orto, Piero Zimbaldi e Meri Longoni.

Seguici sui nostri canali
Necrologie