Grande evento nel 2022

Il Giro d'Italia di Handbike arriva a Meda

Presentata la tappa nella sala Pertini del Comune alla presenza delle autorità militari e civili e delle associazioni.

Il Giro d'Italia di Handbike arriva a Meda
Attualità Seregnese, 25 Giugno 2021 ore 13:02

Il Giro d'Italia di Handbike arriva a Meda. E' stata presentata ufficialmente giovedì 24 giugno 2021 nella sala Pertini del Comune, la tappa del 29 maggio 2022, giorno in cui la città accoglierà oltre un centinaio di atleti per questa importante manifestazione a livello nazionale. Un appuntamento che coinvolgerà tutta la comunità.

Giro d'Italia di Handbike con Lp Bike Team, Comune e Briantea 84

Il progetto è stato presentato durante una conferenza stampa organizzata dal Gruppo Sportivo Lp Bike Team Asd (squadra ciclistica dilettantistica fondata nel 2015 da un gruppo di amici appassionati di due ruote che organizza viaggi con scopo benefico) che insieme al Comune di Meda è a capo dell’organizzazione dell’evento. La serata è stata moderata da Dj Ross (disc jockey e produttore discografico italiano), alla presenza delle autorità militari e civili, oltre che dei rappresentanti dello Juventus Club Meda, che collaborerà all'iniziativa.

Briantea84 partner del progetto

Nel team di lavoro è presente Briantea84, in una veste familiare, in linea con una delle mission che la contraddistinguono. Con un percorso dal nome “Emozioni Paralimpiche” la società canturina, infatti, si occuperà della parte di divulgazione e diffusione dei valori dello sport paralimpico e dei suoi protagonisti negli istituti scolastici della città brianzola nella prossima stagione sportiva, grazie al sostegno del Comune di Meda. Incontri con i giovani del territorio capitanati, come di consueto, da testimonial d’eccezione: gli atleti della UnipolSai Briantea84 Cantù di basket in carrozzina che si racconteranno tra sport e vita. Il tutto andrà ad inserirsi nel progetto “Be Inspired”, una vera e propria macchina di attività culturale che ogni anno vede Briantea84 impegnata concretamente in un calendario fitto di appuntamenti, integrato allo svolgimento degli impegni di allenamenti e partite “sul campo”.

Oltre all'evento sportivo, iniziative per abbattere le barriere

Oltre all'evento sportivo in sé, verranno infatti organizzate delle iniziative per coinvolgere tutta la comunità e "abbattere la barriera del pregiudizio tra normodotati e disabili, partendo dai più piccoli", ha sottolineato Sergio Ronchetti, presidente Lp Bike. Dopo la gara degli atleti, infatti, ci sarà una gimkana aperta a tutti i bambini, al termine della quale verrà consegnato un patentino per la partecipazione. Non solo: nei mesi che precedono la tappa i bambini delle scuole medesi verranno coinvolti nella realizzazione di un disegno e quello più rappresentativo sarà premiato al termine della manifestazione. Importante anche il ruolo dei commercianti, che potranno partecipare a un contest allestendo le loro vetrine a tema "Aspettando il Giro". "Questa serata è stata voluta per informare la cittadinanza su questo evento, per sensibilizzare - ha sottolineato Ronchetti - La tappa del Giro d’Italia Handbike è il fiore all’occhiello, ma quello che ci preme è la continuità di portare avanti un progetto che possa durare nel tempo, oltre il 29 maggio. Qui lavoriamo per un interesse comune, una forma di aggregazione per riuscire a realizzare i nostri eventi che, come da nostro spirito, sono improntati sull’aspetto benefico”.

Il sindaco: "Una grande collaborazione tra tutti"

"Organizzare una manifestazione a livello nazionale non è semplice. Abbiamo iniziato nel 2020 per un evento che si svolgerà nel 2022 e per un’Amministrazione comunale che ha i bilanci annuali è complicato fare una programmazione su un appuntamento di due anni dopo - ha detto il sindaco di Meda, Luca Santambrogio - Ce l’abbiamo fatta, siamo partiti e grazie al sostegno del presidente di Lp Bike abbiamo ottenuto questo importantissimo evento. Da giovane ricordo il Giro D’Italia del 1998 e del 2000: in quei giorni cè stata una grande partecipazione della popolazione di Meda. Come Comune abbiamo investito molto sull’inclusività e portare società come Briantea84 sul nostro territorio è stato un colpo eccezionale, una delle cose più belle fatte. Non è solo ospitarli, ma è tutto quello che si crea intorno. Quindi anche con il Giro d’Italia Handbike ci sarà sicuramente una grande collaborazione tra tutti, si vede già la città che vuole partecipare".

Cambiaghi: "Un evento sportivo ma anche sociale"

"Sono rimasta piacevolmente colpita dalla società Lp Bike perché rappresenta l’incarnazione dello Sport con la s maiuscola, non solo inteso come attività fisica, ma anche sociale - il commento di Martina Cambiaghi, delegato Coni Monza e Brianza - L’evento del 29 maggio è la rappresentazione di tutto questo: un grande appuntamento in grado di coinvolgere l’intera comunità medese e brianzola. Oggi c’è bisogno di sport perché penso possa essere l’unica cosa che sia in grado di abbattere le barriere e annullare le diversità".

Pennella: "L'Handbike è uno sport a tutti gli effetti"

Fabio Pennella, presidente Seo Organizzatore Giro d’Italia Handibike: "Quando si parla di una tappa del Giro d’Italia Handbike vuol dire assegnare un evento riconosciuto a livello nazionale e internazionale. Quando Sergio Ronchetti mi ha contattato, vedendo quello che ha fatto negli anni, è stato facile affidargli l’organizzazione dell’evento che si svolgerà a Meda. Ci saranno circa 120 atleti provenienti da tutta Italia che si sfideranno. Mi ritrovo molto nei discorsi che sono stati fatti da Briantea84, ovvero che lo sport paralimpico non deve essere visto in modo pietistico, ma come sport a tutti gli effetti. La manifestazione del 29 maggio avrà un rilievo non solo sul tessuto sociale, ma anche a livello economico per la città che ospita la tappa. In bocca al lupo al team per il lavoro".

La Briantea84: "Vogliamo eliminare i pregiudizi"

Simone Rabuffetti, Ufficio Stampa Briantea84: "Siamo orgogliosi di essere partner del progetto che si svolgerà a Meda, sentiamo forte il rapporto con questo territorio. Daremo il nostro contributo con qualcosa che è presente nel nostro dna. Infatti, da oltre dieci anni svolgiamo un’attività capillare nelle scuole, negli oratori e nelle società sportive per incontrare i giovani e promuovere lo sport paralimpico in quanto sport. Molti tifosi, quando vengono a vedere una partita di basket in carrozzina per la prima volta, sottolineano come la carrozzina da gioco si veda solo per i primi minuti, lasciando poi spazio all’agonismo e allo spettacolo. Questo è proprio il nostro obiettivo: presentare l’atleta paralimpico per quello che è, ovvero atleta, cancellando sensazionalismi, pregiudizi che spesso ci sono. Abbiamo un anno davanti per poter lavorare in sinergia con il Comune di Meda e con Lp Bike, siamo pronti per diffondere i valori ai giovani, arrivando poi alle famiglie e creare aspettativa in vista dell’evento".

Suor Anna Monia Alfieri: "Si innesca un circolo virtuoso"

Suor Anna Monia Alfieri, opinionista televisiva (collegata via Skype), è intervenuta sottolineando che "questo è un evento importante perché abbiamo la possibilità di riscoprirci come cittadini al servizio dell’interesse pubblico. I nostri giovani avranno la possibilità di riscoprire i valori, avviando un circolo positivo".

Presenti le autorità militari, civili e lo Juventus Club

All'incontro erano presenti le autorità militari, con il maggiore Emanuele Amorosi, comandante della Compagnia dei Carabinieri di Seregno, e il maresciallo Salvatore Basso, vicecomandante della stazione dei Carabinieri di Meda, che assicureranno la loro presenza e il loro prezioso supporto durante la manifestazione, così come il comandante della Polizia Locale di Meda, Claudio Delpero. Oltre al sindaco Luca Santambrogio era presente l'assessore allo Sport Stefania Tagliabue. Hanno partecipato anche Stefano Borgonovo e Romeo Radice, rappresentanti dello Juventus Club Meda, che darà il proprio contributo all'evento del 29 maggio 2022.

Necrologie