Attualità
Per gli Amici di Giò Carrozza

Il medico di Emergency è il cesanese dell'anno

A Federico Rebosio la quarta edizione del riconoscimento in memoria di Claudio Lionello.

Il medico di Emergency è il cesanese dell'anno
Attualità Seregnese, 03 Dicembre 2022 ore 17:35

Per il suo impegno di sei mesi nel Centro di Chirurgia pediatrica aperto nell'aprile 2021 da Emergency in Uganda, il dottor Federico Rebosio si è meritato il Premio Giò Carrozza al cesanese dell’anno.

Il medico di Emergency è il cesanese dell'anno

Il riconoscimento, alla quarta edizione, è il modo in cui gli Amici di Giò Carrozza, la piccola associazione nata a Cesano Maderno dieci anni fa per ricordare Claudio Lionello, per tutti Giò, e fare del bene in suo nome nel Brasile che lui tanto amava, ha voluto suggellare il legame con il territorio. Questa mattina, alla Casa delle associazioni, la consegna. “Questo premio è stato istituito per premiare i valori che Claudio ci ha insegnato e che noi portiamo avanti con la nostra associazione” ha spiegato il presidente Antonello Leo prima di leggere le motivazioni del riconoscimento assegnato al binzaghese:

“Per la sua attività di medico nel Centro di Chirurgia pediatrica a Entebbe, in Uganda, uno straordinario atto di professionalità al servizio di una realtà e di una popolazione bisognose di aiuto. Grazie al suo sacrificio, con dedizione e passione, ha potuto dare un contributo importante alle attività del Centro, prendendosi cura di tanti piccoli pazienti e aiutando a formare medici locali. La sua esperienza è da esempio e fonte di ispirazione per tutti coloro che fanno del loro impegno quotidiano un atto di solidarietà”.

Il plauso del sindaco Bocca

Il dottor Rebosio è stato in Uganda per sei  mesi, tra il 2021 e il 2022, e si è speso per un Paese in cui circa la metà della popolazione ha meno di quindici anni e il tasso di mortalità infantile sotto i cinque anni è di 49 morti su mille nati. Questa mattina ha ricevuto tra gli applausi di familiari e parenti il premio, simbolo di unità, forza e solidarietà, ideato e realizzato nel 2019 dagli studenti del Liceo artistico Majorana. A complimentarsi con il giovane medico, oggi impegnato a Parigi, anche il sindaco Gianpiero Bocca, il vicesindaco Francesco Romeo e l’assessore Massimiliano Bevacqua. "Sono orgoglioso di essere il sindaco di una città che esprime un'eccellenza del genere - le lusinghiere parole del primo cittadino - Grazie Federico per il lavoro che hai fatto e che fai". Pubblico plauso anche agli Amici di Giò per "l'impegno, la dedizione e la continuità del vostro operato", con la certezza che "l'Amministrazione comunale sarà sempre al vostro fianco".

L'albo d'oro del Premio

Come detto questa è la quarta edizione del Premio, di cui il Giornale di Seregno è da sempre media partner. Le prime tre sono state vinte da: Matteo Mondini, il guerriero che si batte per la sicurezza sul posto di lavoro, i volontari della Croce Bianca che sono stati in prima linea nella lotta alla pandemia, e il piccolo-grande Nicolas, malato di leucemia e autore di un bellissimo messaggio di inclusione e fratellanza indirizzato ai suoi compagni classe.

Seguici sui nostri canali
Necrologie