Attualità
Il dato da Lissone

In cinque anni sulle strade incidenti in calo del 30%

Dai 238 sinistri rilevati nel 2017 dalla Polizia locale, si è poi passati ai 193 del 2018, ai 184 del 2019, ai 114 del 2020 e ai 165 del 2021

In cinque anni sulle strade incidenti in calo del 30%
Attualità Monza, 31 Gennaio 2022 ore 12:52

A Lissone incidenti in calo del 30% dal 2017 ad oggi, anche grazie a 23 interventi strutturali eseguiti su altrettanti incroci o intersezione a rischio. Oltre a questo, 104 corsi di educazione stradale organizzati nelle scuole del territorio e 12.000 servizi eseguiti dalla Polizia Locale in concomitanza con gli orari di entrata ed uscita degli alunni.

Incidenti: il dato da Lissone

Un dato su tutti: a seguito delle attività di sicurezza stradale, di sicurezza urbana integrata (e nell’annualità 2020 anche per il lockdown), si rileva un trend decrescente del numero di incidenti stradali. Dai 238 rilevati nel 2017 dalla Polizia locale, si è poi passati ai 193 del 2018, ai 184 del 2019, ai 114 del 2020 e ai 165 del 2021, con un calo del 30% rispetto a cinque anni fa. Complessivamente i sinistri rilevati sono stati 1.156, con 664 feriti e 2 esiti mortali.

Ogni giorno a Lissone transitano in media 60mila mezzi, numero rilevati dai sei varchi elettronici monitorati con telecamere che contribuiscono ad offrire uno sguardo sulla viabilità interna. In questi anni ci siamo concentrati sulla sicurezza stradale, intervenendo nei punti critici e investendo risorse per garantire il diritto alla mobilità di tutti gli utenti della strada. I numeri ci confortano: meno incidenti è un primo risultato da cui partire per costruire una Lissone che sia sempre più sostenibile.

Hanno sottolineato il sindaco Concetta Monguzzi e l’assessore alla Viabilità Marino Nava.

Ma è sulla prevenzione che l’azione amministrativa ha ottenuto i maggiori risultati: sono 23 gli interventi eseguiti in prossimità di incroci o intersezioni stradali con criticità, migliorie che hanno permesso di regolare ancor meglio il flusso veicolare e ridurre quindi l’incidentalità.

Gli interventi strutturali

In via Zanella è stato realizzato lo sdoppiamento della carreggiata con direzione nord, in via Turati è stato istituito il senso unico di marcia all’intersezione con via Zanella, in via Buonarroti è stata modificata la temporizzazione degli impianti semaforici presenti, in via Pietro da Lissone è stata definita l’interruzione dell’asse est-ovest con senso unico direzione via san Rocco, in piazza Maria Bambina sono stati cambiati i cicli semaforici nelle ore di ingresso e uscita scuole, nell’area del cimitero è stata completata la riqualificazione dell’area di sosta e definita la segnaletica con nuova istituzione della zona a disco orario e della sosta per ciclomotori e motocicli.

Interventi consistenti hanno interessato viale dei Platani (tracciamento della segnaletica orizzontale, obbligo di svolta a destra da via dei Gelsi e sdoppiamento di ingresso e uscita scuole con creazione di un’area di attesa per studenti e genitori), via De Amicis (riqualificazione dell’area mediante limiti alla circolazione mezzi pesanti, istituzione delle "Zona a 30", segnaletica orizzontale di nuova concezione e attraversamenti pedonali rialzati), via Manin (nuovo impianto semaforico per la gestione del flusso veicolare che si immette in via Cattaneo coordinato con impianto preesistente in via Cattaneo/Europa) e via Goito/Novara (istituzione del senso unico di marcia in via Novara e riordino nell’area adibita alla sosta nella via Novara).

Maggiore sicurezza

Le aree interessate da interventi migliorativi sono state anche via Carducci (nuova integrazione viabile e ciclopedonale in prossimità della Strada Statale 36), via Pacinotti (mobilità sostenibile protetta) e piazza Caduti di via Fani dove è stato ridefinito il flusso e la sosta delle auto per garantire viabilità ordinata anche in ragione della presenza delle scuole.

Oggetto di attenzione anche la zona della Stazione, con il miglioramento della capacità di sosta e riordino della viabilità lungo via della Pinacoteca (fronte Stazione) con l’istituzione del senso unico di marcia e la creazione di aree di sosta per mezzi pubblici e taxi oltre agli stalli per disabili e per la ricarica di veicoli elettrici. Infine, in più punti del territorio, si è completata la realizzazione di nuove rotatorie che inficiano l’alta velocità e sono stati predisposti nuovi attraversamenti pedonali rialzati e illuminati.

Un’attenzione particolare ha riguardato le scuole: se esternamente la Polizia Locale ha eseguito 12.000 servizi in concomitanza con gli orari di ingresso e di uscita, gli agenti hanno anche svolto 104 corsi di educazione stradale focalizzati - per le scuole superiori - sugli effetti causati dall’uso di sostanze stupefacenti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie