Attualità
Nova Milanese

Inciampa nel tombino, finisce in ospedale: «Adesso chiederò i danni al Comune»

Tiziana Passantino, 49 anni, ha avuto venti giorni di prognosi dopo una brutta caduta in via Montegrappa.

Inciampa nel tombino, finisce in ospedale: «Adesso chiederò i danni al Comune»
Attualità Desiano, 23 Gennaio 2022 ore 17:00

Distorsione alla caviglia e abrasioni al ginocchio: in tutto venti giorni di prognosi per Tiziana Passantino, novese di 49 anni che la notte di Capodanno è inciampata a causa di un tombino infossato in via Montegrappa. Ancora una volta nel mirino il rifacimento delle strade novesi: «Vivo in città da sempre e non ho mai visto così tanto degrado» ha lamentato.

Inciampa nel tombino, finisce in ospedale: «Adesso chiederò i danni al Comune»

Sicuramente Passantino avrebbe desiderato trascorrere diversamente la notte a cavallo tra il vecchio e il nuovo anno: «Con la mia famiglia abbiamo passato una serata piacevole da una coppia di amici, che risiedono in via Montegrappa. Ci siamo salutati che erano circa le 2 del mattino e uscendo dalla loro abitazione ci stavamo dirigendo verso l’auto, quando improvvisamente ho preso una storta a una caviglia e sono caduta a peso morto sull’asfalto – ha raccontato da 49enne – Fortunatamente ho avuto la prontezza di protendere le mani in avanti e non ho picchiato il viso. Ho sentito un dolore fortissimo, la mia bambina si è spaventata molto perché ho fatto parecchia fatica a rialzarmi. E’ stato mio marito a tirarmi su e a portarmi la macchina».

La strada era buia e solo successivamente la novese si è accorta del tombino. «La caduta è stata molto violenta – ha affermato – Ho pensato fin da subito di essermi fatta male. Il giorno dopo sono andata al Pronto soccorso del San Gerardo di Monza. Subito mi hanno fatto sedere su una sedia a rotelle, mi hanno visitata e fatto una lastra».

Nel referto dell’ospedale si legge «tumefazione perimalleolare laterale alla caviglia e piede destro e escoriazione prerotulea al ginocchio sinistro». Fortunatamente non ha riportato fratture ma il tempo previsto per rimettersi in sesto non è breve: «Mi hanno dato 20 giorni di prognosi, devo utilizzare le stampelle per muovermi e indossare un tutore pneumatico al piede – ha continuato la donna – I dottori, poi, mi hanno consigliato di fare la fisioterapia».
Per tre settimane, quindi, movimenti ridotti al minimo, divieto di guidare e in caso di necessità, antidolorifici: «Io sono casalinga, mi occupo della mia casa, della mia famiglia e dei miei suoceri. Ora sono bloccata e non posso più fare niente e questo solo perché numerose strade novesi sono in questo stato».
La rabbia è tanta, anche perché giusto due anni fa la sua bambina era inciampata fuori da scuola (la Don Milani di via Fiume) a causa di una mattonella dissestata e lei si è battuta per diverso tempo affinché venisse riqualificato il vialetto. «Ogni volta che viene fatta una segnalazione tutto cade nel vuoto - ha lamentato Passantino - nessuno si prende le proprie responsabilità di quanto accade. Questa volta andrò a fondo e voglio chiedere un risarcimento al Comune».

«Non ero al corrente di questa buca, risolveremo il problema al più presto»

Il Comune non era a conoscenza dell’avvallamento con il tombino che ha causato la brutta caduta di Tiziana Passantino la notte di Capodanno.
«Non ero al corrente di questa buca ma risolveremo il problema al più presto - ha assicurato il sindaco Fabrizio Pagani - E’ difficile tenere sotto controllo tutta la città, purtroppo via Montegrappa non è una strada trafficata e così probabilmente nessuno si è mai accorto di questo tombino».
Prima di procedere con la manutenzione è necessario però accertare la responsabilità su quel manufatto. «Alcuni tombini in città sono di BrianzAcque, quindi dobbiamo verificare questo aspetto – ha spiegato Pagani – Se qualcuno lo avesse segnalato, comunque, lo avremmo inserito nelle opere di riqualificazione».
Infatti, è iniziata nel 2021 l’attività di rifacimento del manto stradale e di numerosi marciapiedi in città: «Proprio in questi giorni stiamo portando a termine i marciapiedi di tutta via Rimembranze – ha continuato il sindaco – Comunque, spero che non si tratti di nulla di grave, mi spiace per questo inconveniente».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie