Attualità
Un successo la rassegna estiva

Meda Estate 2021, il resoconto: 100 appuntamenti e 10mila presenze

Il sindaco Luca Santambrogio e l'assessore alla Cultura Fabio Mariani: "Abbiamo ritrovato la gioia di crescere insieme".

Meda Estate 2021, il resoconto: 100 appuntamenti e 10mila presenze
Attualità Seregnese, 29 Settembre 2021 ore 12:06

Il punto di Meda Estate 2021: 100 appuntamenti e 10mila presenze. Il sindaco Luca Santabrogio e l'assessore alla Cultura Fabio Mariani: "Abbiamo ritrovato la gioia di crescere insieme".

Grande soddisfazione per Meda Estate 2021

“Numeri importanti, numeri di grande significato. Non abbiamo raggiunto quelli dell’estate pre-Covid, impresa assolutamente impossibile date le normative e le regole da rispettare a causa dell’emergenza sanitaria, ma promuovere, sostenere e organizzare più di 100 eventi culturali e di svago da giugno a settembre è motivo per la nostra Amministrazione di grande soddisfazione”. Con queste parole il sindaco di Meda Luca Santambrogio e l’assessore alla Cultura Fabio Mariani commentano il consuntivo di Meda Estate 2021 che ha registrato un numero di presenze stimabile, complessivamente, di circa 10mila persone. Un cartellone che, come nelle intenzioni, è stato attento a soddisfare tutte le fasce di età e una vasta molteplicità di gusti e interessi, che si è svolto in varie aree e punti del territorio cittadino, mettendo a rete un numero considerevole di associazioni e realtà culturali, coinvolgendo laddove possibile anche varie attività commerciali.

"Un grande sforzo logistico e organizzativo"

“Un grande sforzo logistico e organizzativo per il quale devo ringraziare vivamente l’Assessorato alla Cultura, l’Ufficio tecnico comunale e tutte le realtà associative, culturali e religiose che hanno contribuito a questo splendido risultato”, aggiunge il sindaco Santambrogio.

“Siamo molto soddisfatti per tutte le proposte offerte - commenta l’assessore Mariani - Per i molti concerti nei parchi e nelle chiese con un’offerta musicale che ha spaziato dalla classica all’hard rock. Per i momenti teatrali fra cui le 16 date del festival ambientale “L’Arte della terra” che ci ha aiutato anche a ricostruire vicende storiche che hanno segnato vari territori. Per le presentazioni di libri che hanno confermato che Meda rappresenta per gli autori una piazza attenta e fertile. Per tutte le attività rivolte ai bambini che rispondono sempre con entusiasmo e che registrano immancabilmente il tutto esaurito. Per quanto hanno realizzato i Ragazzi del Palio che sono riusciti anche in questa seconda estate segnata dalla pandemia nella difficile impresa di tener viva una tradizione coinvolgendo attivamente la cittadinanza”.

“E’ difficile citare e commentare uno per uno tutti i momenti di questa Meda Estate - prosegue Mariani - E' stato già quasi complesso stilarne l’elenco… Va sottolineato, in ogni caso, soprattutto il filo conduttore vincente che lega tutti questi appuntamenti: il lavoro fattivo silenzioso di tante persone, di tanti organismi che quotidianamente dedicano il loro tempo alla crescita della nostra comunità medese”.

Da ricordare l'intitolazione del parco inclusivo a Ermanno Olmi

Comunità che ha partecipato numerosa il 18 luglio alla cerimonia di intitolazione del parco di via Manzoni al regista Ermanno Olmi che dal 1961 ha reso celebre con “Il Posto” il nome di Meda in tutto il mondo: “Un giorno che rimarrà indelebile nella nostra storia - conclude il sindaco: la svelatura della stele che ricorda il grande maestro, l’abbraccio con Loredana Detto e la figlia Elisabetta, le note di Ciao ciao bambina e la recitazione del testo di Pierluigi Frigerio. Per finire con la proiezione del film nel cortile municipale. La ciliegina sulla torta di un’estate in cui, dopo i tragici mesi della pandemia, siamo tornati ad essere protagonisti della nostra vita”.

Necrologie