Attualità
Emergenza coronavirus

Non si ferma la corsa del virus: ad Agrate i positivi sono oltre 400

L'annuncio del sindaco Simone Sironi: "Niente panico, ma fiducia nei vaccini".

Non si ferma la corsa del virus: ad Agrate i positivi sono oltre 400
Attualità Vimercatese, 03 Gennaio 2022 ore 11:23

Non si ferma la folle corsa del virus: ad Agrate i cittadini positivi al Covid-19 sono oltre 400. L'annuncio è stato dato questa mattina, lunedì 3 gennaio 2022, dal sindaco Simone Sironi.

La crescita esponenziale degli ultimi giorni

401 cittadini positivi al Covid. Un numero mai toccato prima dal Comune di Agrate e cresciuto a dismisura negli ultimi giorni. Una brusca impennata si era registrata già in chiusura di 2021, ma il dato rivelato questa mattina dal sindaco Simone Sironi è senza precedenti. Per fortuna, tuttavia, la situazione resta sotto controllo dal punto di vista delle ospedalizzazioni e dei decessi. Merito della campagna vaccinale, che ha ridotto sensibilmente gli effetti del Covid sulla popolazione.

"Non facciamoci prendere dal panico"

Su quanto sta avvenendo in questi giorni ad Agrate è intervenuto il sindaco Simone Sironi, che ha voluto tranquillizzare i suoi concittadini e sottolineare l'importanza di continuare a spingere sulla campagna vaccinale.

"Ad oggi sono 401 gli agratesi positivi al Covid-19: un numero estremamente elevato che ha costretto anche tantissimi nostri concittadini a stare rinchiusi nelle proprie case in sorveglianza attiva durante le festività natalizie - ha spiegato il sindaco Sironi in una nota diramata pochi minuti fa - Un aumento di oltre 150 casi rispetto ai dati della scorsa settimana, complice sicuramente la diffusione della variante Omicron che, fortunatamente, soprattutto sui soggetti vaccinati, si sta dimostrando molto meno aggressiva delle precedenti. Non facciamoci quindi prendere dal panico ma rinnoviamo la nostra fiducia verso la campagna vaccinale perché è proprio grazie ai vaccini che la situazione non è neanche lontanamente paragonabile a quella dello scorso anno, quando a fronte di tantissimi positivi il numero degli ospedalizzazione e dei decessi era purtroppo molto alto".

 

Necrologie