Attualità
Riflessioni e spunti per nuove idee

Turismo in Brianza: Ville Aperte, l'Autodromo e la Villa Reale best practices per nuovi progetti

Il convegno con gli attori del turismo del territorio si è tenuto oggi alla Reggia di Monza.

Turismo in Brianza: Ville Aperte, l'Autodromo e la Villa Reale best practices per nuovi progetti
Attualità Brianza, 13 Ottobre 2022 ore 17:31

La Brianza e tutti i territori limitrofi come aree in cui sviluppare un turismo di qualità, legato ad eventi, a bellezze paesaggistiche e a manifestazioni sportive di interesse internazionale.

Turismo in Brianza: se ne parla in un convegno

Dopo la chiusura di Ville Aperte in Brianza 2022 - che quest'anno ha totalizzato quasi 65mila presenze - si è tenuto oggi nel salone d'onore della Reggia di Monza il convegno sul turismo in programma proprio al termine della kermesse che, dal mese di aprile fino a
quello di ottobre, ha presentato un ricco calendario di iniziative per ammirare, vivere e
apprezzare il patrimonio storico, artistico, architettonico di una vasta area della Lombardia
comprendente le province di Monza e Brianza, Città Metropolitana di Milano, Lecco, Como e
Varese.

ConvegnoTurismo_3
Foto 1 di 3
ConvegnoTurismo_1
Foto 2 di 3
ConvegnoTurismo_2
Foto 3 di 3

Il convegno

"La Brianza tra i laghi e Milano. Idee per il futuro". Questo il macro tema su cui si sono confrontati nel corso della mattinata vari attori che sul territorio si dedicano alla promozione e valorizzazione del turismo.

«Siamo usciti da una pandemia che ha messo fortemente a dura prova i Settori del Turismo e
della Cultura, abbiamo visto che i lavoratori si sono re-inventati e hanno tenuto duro. Basta
guardare gli ultimi dati sul Turismo per vedere che la gente ha fame di sapere e di conoscere…e noi, in qualità di realtà presenti e operative sul territorio, dobbiamo creare fin da subito basi
solide per un grande progetto dove la Cultura, l’attenzione al visitatore e l’offerta turistica si
pongono come obiettivi principali e fondamentali. Bisogna iniziare a scommettere, dando
fiducia al nostro territorio e alle capacità di tutti noi» ha spiegato Luca Santambrogio, Presidente della Provincia di Monza e della Brianza.

Strumenti a disposizione e confronto

Il convegno ha assunto una doppia valenza: la prima, di presentare e analizzare gli strumenti a
disposizione dei soggetti coinvolti per promuovere e comunicare il territorio; la seconda, di
essere un momento di confronto con gli ospiti individuando i punti di forza e di debolezza in
termini di ospitalità, fruizione, valorizzazione attrattività del territorio.

Le best practices

Nella prima parte del convegno sono stati sviluppati temi quali: il potenziale attrattivo della Brianza, la creazione di nuovi itinerari e le “best practices” sul territorio.

Punto di partenza, “Ville Aperte in Brianza”, manifestazione culturale coordinata e organizzata
dalla Provincia di Monza e della Brianza su 5 province lombarde (MB, CO, LC, MI, VA), che grazie
alla collaborazione e partnership con enti pubblici e privati ha visto in 20 anni risultati importanti in termini di numeri e visitatori.

L’iniziativa è stata presentata come uno degli elementi utili alla costruzione di nuove idee attrattive sul territorio della Brianza, oltre ad altri itinerari, percorsi e progetti passati e futuri analizzati durante la mattina, tutti rivolti ad un unico obiettivo fondamentale: far sì che la Brianza diventi mèta di un “turismo di fermata” e non solo “di passaggio”.

Sono stati presentati gli strumenti utilizzati da due realtà modello di attrattività e marketing
territoriale: la Villa Reale di Monza che produce flussi turistici locali e nazionali grazie alla formula della visita guidata, mostre, spettacoli ed eventi finalizzati a suscitare interesse nel pubblico; e l’Autodromo Nazionale di Monza che, puntando su un turismo meno culturale e più sportivo, attira un vasto numero di visitatori di provenienza internazionale.

Sostenibilità ed economia circolare i punti fermi

La prima parte del convegno si è chiusa con l’intervento dell’Università degli Studi Milano- Bicocca che ha portato un’analisi e casi studio sul territorio tenendo come punti fermi due temi molto attuali: la sostenibilità e un’economia circolare del turismo, mostrando quali sono gli attori promotori per un nuovo sviluppo turistico in Brianza.

La seconda parte del convegno ha assunto un carattere più tecnico e concreto attraverso la presentazione di progetti e risorse a disposizione al fine di promuovere un’evoluzione della Brianza sotto il profilo delle infrastrutture, alberghiero e del Territorio.

Per questo, l’ultimo focus presentato dall’Università Milano-Bicocca è stato un momento interattivo con gli ospiti in sala che sono stati coinvolti nell’esprimere i punti di forza e di debolezza su tre temi utili alla creazione di un’offerta turistica del territorio: “ospitalità”, “fruizione”, “valorizzazione e attrattività”.

Ci saranno nuovi tavoli tematici

Quanto emerso sarà spunto per la realizzazione di successivi tavoli tematici, organizzati in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, con i vari soggetti coinvolti attraverso la calendarizzazione, tra novembre 2022 e febbraio 2023, di vari appuntamenti al fine creare nuovi percorsi di promozione turistica del territorio della Brianza.

Seguici sui nostri canali
Necrologie