Cronaca
Giussano

Addio a Franco Mancino, dai motori della Formula 1 alla ristorazione

Con figli e moglie ha aperto, trent'anni fa, il Roy Roger's

Addio a Franco Mancino, dai motori della Formula 1 alla ristorazione
Cronaca Caratese, 05 Febbraio 2022 ore 14:28

Si è spento a 77 anni il "mitico" titolare del locale "Roy Roger's" in piazza San Carlo, luogo di incontro per giovani e di serate "politiche".

Prima il lavoro nei box della Formula 1 poi il ristorante

Grande cordoglio in città per la scomparsa di Gianfranco Mancino, 77 anni, per tutti gli amici Franco del «Roy Roger’s» e per i più giovani solo «Frank». Quella di Mancino è stata una vita molto intensa, piena di tante belle soddisfazioni e fatta di innumerevoli interessi.  Tutti in centro città conoscevano Franco del «Roy Roger’s» e il suo passato nel mondo della Formula 1 e formula 3000.
«Papà è stato un grande appassionato di motori e auto d’epoca; ha fatto per tanto tempo il tecnico meccanico, faceva le scocche di carbonio. Ha lavorato per la Formula 1 e la Formula 3000, viaggiando tanto accanto ai piloti professionisti, fino a quando nel 1994, spinto da noi figli, ha aperto il bar ristorante Roy Roger’s» ha ricordato il figlio Roberto.

Le sue passioni

Dai motori è dunque passato ai fornelli, coinvolgendo tutta la famiglia: i due figli Roberto e Roberta e la moglie Franca.  Il suo locale in piazza San Carlo è un punto di ritrovo ormai da quasi trent’anni. Aperitivi e cene che hanno fatto da cornice a tanti incontri politici, a riunioni di partito, feste e serate celebrative per associazioni e gruppi sportivi.
Ma non solo motori, raduni d’auto e cucina hanno riempito la vita di Mancino, tra i suoi hobby c’era infatti anche il biliardo, la lettura ed era un grande appassionato di storia.

IL SERVIZIO COMPLETO SUL GIORNALE DI CARATE IN EDICOLA MARTEDI' 8 FEBBRAIO

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie