Cronaca
Cordoglio a Meda

Addio alla "mamma" dell'Unitre e della Pro Meda: si è spento il sorriso di Laura Giorgetti

E' morta improvvisamente a 69 anni. Era un punto di riferimento per molte realtà associative.

Addio alla "mamma" dell'Unitre e della Pro Meda: si è spento il sorriso di Laura Giorgetti
Cronaca Seregnese, 28 Giugno 2022 ore 13:19

E’ stata una delle «mamme» della Pro Loco Pro Meda e ha dato un importante contributo alla nascita di un’altra preziosa realtà medese, l’Unitre. Meda in lutto per Laura Giorgetti (nella foto gentilmente concessa da Pietro Ficarra).

Addio a Laura Giorgetti

Profondo dolore per l’improvvisa scomparsa, a 69 anni, di Laura Giorgetti, medese innamorata della sua città, dove per anni aveva lavorato come dipendente comunale all’Ufficio Tecnico, fino al 1994. Figura stimata e apprezzata nel tessuto associativo, la sua morte ha gettato nello sconforto molti dei suoi rappresentanti.

Il ricordo del presidente dell'Unitre

Come il presidente dell’Unitre, Adalberto Notarpietro, che le ha dedicato un toccante ricordo, ricco di affetto e gratitudine.

Quando mi era venuta l’idea di costituire una sede di Unitre a Meda avevo subito pensato a Laura Giorgetti, che da assessore avevo avuto modo di conoscere anni prima in Comune, apprezzandone capacità e disponibilità. Laura è stata cittadina di Meda senza “se” e senza “ma” come prova la sua immensa rete di relazioni sociali che ne hanno fatto un personaggio identitario della nostra comunità. Da subito aveva sposato il progetto di una Università aperta a tutti e si era data da fare per poterlo trasformare al più presto in realtà, come poi è stato. L’Unitre deve molto a Laura Giorgetti, che si è spesa fino a soffrirne quando riteneva, in modo del tutto immotivato, di non essere all’altezza del suo ruolo. Generosa ed esigente, non ha mai fatto mancare il suo apporto, almeno fin quando gli impegni familiari glielo hanno consentito. Si doleva spesso di dover rinunciare a seguire qualcosa di suo interesse o magari solo a non poter essere più presente, ma a questo suppliva l’amorevole affetto delle nipoti. Difficile pensare di fare a meno di Laura, della sua presenza e affabilità: lascia in chiunque l’abbia conosciuta un vuoto incolmabile continuando però, ne sono certo, a rimanere nel vissuto dei nostri ricordi.

Sconcerto anche nella Pro Loco Pro Meda e tra le commercianti di piazza Cavour

Sconvolti anche i soci della Pro Loco Pro Meda, che solo pochi giorni fa hanno detto addio al loro presidente onorario, Eugenio Boga, e ora hanno perso un’altra colonna portante. «Laura è stata socia fondatrice della Pro Loco nel 2005 e aveva ricoperto anche il ruolo di segretaria - dichiara il vicepresidente, Enrico Galimberti - Partecipava con entusiasmo alle varie iniziative, ci mancherà tanto». Cordoglio anche da parte delle commercianti di piazza Cavour, dove si fermava spesso per un saluto: «E’ stato un fulmine a ciel sereno. Le nostre giornate erano scandite anche dal suo passaggio, il pomeriggio un caffè insieme, il giovedì “Ragazze vado al mercato, vi serve qualcosa?”. Era sempre disponibile, su di lei si poteva fare affidamento».

I figli: "Era il perno della nostra famiglia"

In tanti in questi giorni si sono stretti ai familiari, in particolare ai figli Ilaria e Gabriele Canzi, che ringraziano tutti per la vicinanza. «Mamma ha lasciato il segno in tante realtà cittadine ed era il perno della nostra famiglia, ci ha sempre aiutato e dava un grande contributo nella cura delle due nipotine, che adorava - il loro pensiero - Ci accorgeremo giorno dopo giorno del vuoto immenso che ha lasciato». Al momento non è ancora stata fissata la data dei funerali.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie