Medaglia d'oro

Arcore, medaglia d’oro alla memoria del medico eroe FOTO

Stamattina, domenica, il dottor Federico Vertemati, scomparso a causa del Covid, è stato insignito della benemerenza civica postuma.

Arcore, medaglia d’oro alla memoria del medico eroe FOTO
Cronaca Vimercatese, 20 Dicembre 2020 ore 11:09

Una onorificenza che resterà a imperitura memoria del suo enorme e indimenticabile sacrificio.
Il Comune di Arcore ha infatti deciso di assegnare al compianto dottor Federico Vertemati la prestigiosa Medaglia d’Oro, ovvero la più alta decorazione civile concessa da parte delle istituzioni cittadine.

Un gesto di riconoscenza e di altissimo valore morale che ben si sposa con l’abnegazione e lo spirito di servizio del medico condotto, scomparso la scorsa primavera all’età di 72 anni a causa del Covid.

La cerimonia si è svolta stamattina, domenica, nell’aula consigliare del municipio di Arcore durante un consiglio comunale straordinario.

Il “nemico invisibile”

Quello stesso nemico, invisibile e silenzioso, che aveva deciso di affrontare in prima linea rientrando in servizio nella “sua” Bernareggio nonostante fosse ormai in pensione da diversi anni. Tutto per il bene del prossimo e dei suoi pazienti, arrivando persino a dare la propria stessa vita. La cerimonia di consegna della benemerenza ai famigliari del dottore si è svolta stamattina, domenica, in aula consigliare, durante una seduta straordinaria dell’Assise arcorese.

La decisione

A comunicare la decisione, assunta ufficialmente nei giorni scorsi, è stato il sindaco Rosalba Colombo, che dunque ha accettato la candidatura avanzata in tal senso dal consigliere di minoranza Attilio Cazzaniga, medico e grande amico dello stesso Vertemati.

“La scelta è stata condivisa all’unanimità e il caro dottor Vertemati, nostro concittadino per oltre 40 anni, verrà insignito della Medaglia d’Oro – ha sottolineato il primo cittadino – Abbiamo pensato di confluire in questa onorificenza tutte le benemerenze e gli omaggi che annualmente consegniamo a coloro che maggiormente si sono distinti all’interno della nostra comunità. Il gesto del dottore è stato a dir poco encomiabile, a testimonianza di quella disponibilità e generosità che lo hanno sempre contraddistinto. Con questa onorificenza vogliamo ricordare il suo straordinario sacrificio e di quanti, come lui, hanno pagato con la vita il proprio impegno verso il prossimo durante la pandemia. Un modo per tenere simbolicamente viva la loro memoria ed esprimere la vicinanza della città di Arcore a coloro che in questo anno complicato hanno perso qualche persona cara”.

«Un professionista e un amico»

Grande soddisfazione da parte del consigliere Cazzaniga, che per primo aveva proposto, appunto, il dottor Vertemati come cittadino meritevole di ricevere il prestigioso riconoscimento, che disgraziatamente arriva in maniera postuma.

“La decisione dell’Amministrazione mi fa molto piacere sotto ogni punto di vista, anche se avrei preferito che Federico fosse ancora qui in mezzo a noi – le parole del medico – Un ottimo professionista, bravo, preparato e sempre disponibile verso chiunque ne avesse bisogno, ma soprattutto un grande amico con cui ho avuto il piacere di condividere la gioventù e il percorso di studi. Nonostante i rischi e i pericoli non si è tirato indietro, rientrando in servizio e mettendosi a disposizione delle necessità dei suoi pazienti. Aveva smesso di esercitare la professione, ma non aveva mai cessato di essere un medico: quello lo è sempre stato nell’anima e soprattutto nel cuore, fino all’ultimo. E per questo gliene saremo sempre grati”.

2 foto Sfoglia la gallery

 

TORNA HOMEPAGE

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità