Cronaca
Lutto

Arcore piange suor Teresina, una vita con i piccoli dell'asilo "Durini"

Arcore, soprattutto la piccola comunità di Bernate, piange la scomparsa della 94enne suor Teresina, all'anagrafe Regina Macalli, per tanti anni insegnante alla scuola dell'infanzia "Durini"

Arcore piange suor Teresina, una vita con i piccoli dell'asilo "Durini"
Cronaca Vimercatese, 06 Gennaio 2023 ore 09:25

Ci sono dei personaggi che riescono a ritargliarsi un posto speciale nel cuore di chi ha avuto la fortuna di conoscerli e di godere dei loro sorrisi e, soprattutto, dei loro insegnamenti. Suor Teresina era sicuramente una di queste, una infaticabile educatrice.

Arcore, soprattutto la piccola comunità di Bernate, piange la scomparsa della 94enne suor Teresina, all'anagrafe Regina Macalli. La religiosa, per tantissimi anni, è stata una vera e propria "colonna" della scuola dell'infanzia «Durini». Due anni fa, nel novembre del 2021, venne trasferita in casa di riposo per suore anziane del Santo Giuseppe Cottolengo di Cerro Maggiore dove si è spenta ieri, giovedì 5 gennaio 2023.

Per tanti anni ha regalato sorrisi

Per tanti anni ha regalato il suo servizio ai parrocchiani della chiesa di Maria Nascente e ai bambini della scuola dell'infanzia parrocchiale "Durini" di Bernate, dove ha prestato servizio accanto alle educatrici e in mezzo ai bambini fino all'autunno del 2021.  Diventata suora all'età di vent'anni, ha offerto la sua opera in diversi paesi e a Corsico ha insegnato nella scuola dell'infanzia montessoriana per quasi cinquant'anni.

Una presenza discreta

"La sua presenza tra noi è sempre stata discreta, non ha mai voluto apparire, il suo lavoro umile e silenzioso è stato molto importante per tutti, dagli anziani che andava a trovare e a cui portava l'Eucaristia, ai bimbi della scuola dell'infanzia parrocchiale a cui insegnava canzoncine e filastrocche - il pensiero le maestre della scuola materna avevano dedicato a suor Teresina due anni fa, quando lasciò Arcore per la casa di riposo  - Lei ha sempre vissuto per i "suoi bambini", che anno dopo anno si sono legati a lei con un affetto indicibile correndole incontro e abbracciandola ogni volta che usciva in giardino per stare in mezzo a loro. Spesso  è capitato di vederla giocare a palla o fare girotondi e, puntualmente si sedeva in mezzo a quelli che facevano il riposino per vegliare il loro sonno".

Uno spirito di dedizione che per oltre settant’anni ha messo a disposizione della comunità cattolica e in particolare dei più piccoli, lasciando un’impronta indelebile nei loro cuori e nella storia della scuola materna della frazione.

Seguiranno aggiornamenti sulle esequie

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie