Cronaca
Civiche Benemerenze

Arcore premia le sue eccellenze cittadine

Gli attestati sono stati consegnati stamattina, sabato 17 dicembre 2022, nella sala consigliare di Arcore di via Gorizia

Arcore premia le sue eccellenze cittadine
Cronaca Vimercatese, 17 Dicembre 2022 ore 11:49

"And the oscar goes to... ". Arcore come Hollywood: celebra e premia le eccellenze cittadine, o meglio, gli attori protagonisti della vita sociale, culturale e sportiva della città. La cerimonia di consegna delle civiche benemerenze è andata in scena stamattina, sabato 17 dicembre, in una sala consigliare gremita di parenti e amici dei premiati.

Arcoresi premiati per aver contribuito ad aumentare il prestigio del Comune per essersi particolarmente distinti nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell’industria, del lavoro, della scuola, dello sport, in iniziative di carattere sociale, assistenziale e filantropico.

A fare gli onori di casa c'era il sindaco Maurizio Bono accompagnato dalla Giunta e da tutti i componenti del Consiglio comunale.

Medaglia d'oro a Carlo Brambilla

Ben due le medaglie d'oro che sono state conferite rispettivamente a Carlo Brambilla e Milena Tisiot

 

Brambilla, dal 1979 al 1986 è contitolare inizialmente di radio Arcore che poi, con l'aumentata popolarità in ambito regionale, si trasforma in RTA Radio trasmissione Arcore. Nel 2010 gli viene conferito il melograno d'argento dall'ente del turismo israeliano. Nel 1987 esegue il consiglio degli eminenti Cardinali Carlo Maria Martini e Stanislav Dziwisz di non fermare il flusso dei pellegrinaggi verso la terra santa, durante le due intifade, per solidarietà verso il popolo palestinese. In Siria nel settembre 2014 gli viene conferito un riconoscimento da Khaled al Assad, direttore del museo di Palmira, nel maggio 2015 catturato da lsis, decapitato nel locale anfiteatro e appeso nella pubblica piazza per alcuni giorni. Nel 1982, durante uno dei suoi viaggi di accompagnamento nell'ex unione sovietica, grazie ad una guida locale viene a sapere che nel vecchio cimitero ortodosso e abbandonato di Suzdal, esiste una una tomba di militari alpini sepolti. Dopo varie ricerche presso il Comune locale scopre documenti che attestano la presenza di oltre 800 alpini deportati per lavorare i campi del villaggio, purtroppo alcuni di loro trovano la morte di tifo. Con persone del posto dà ordine di disboscamento e pulizia del luogo ove viene inoltre eretto un cippo ricordo. Da allora il luogo è meta di molti turisti italiani, inoltre nel 1983 è stato visitato dall'allora presidente della Repubblica Cossiga. 35 anni di attività in campo turistico in collaborazione con tour operator con sedi in Italia, Gerusalemme, Istanbul, Tunisi e Lisbona. Ha avuto l'onore di accompagnare politici, sportivi, personaggi dello spettacolo e normali cittadini, in oltre 78 paesi diversi. Il 21/12/2021 riceve sul telefono di casa una telefonata di complimenti e di auguri di Buon Natale dal Presidente della Repubblica Mattarella.

Medaglia d'oro a Milena Tisiot

Tisiot, ricordiamo, è presidente dell’Associazione Cernobyl della Brianza dal 2015. In questi anni si è impegnata con le sue capacità organizzative e gestionali a sviluppare il progetto annuale dell’accoglienza di 12-14 ragazzi bielorussi presso le famiglie brianzole, per un soggiorno di un mese, con lo scopo di portare giovamento fisico e psicologico ai bambini provenienti dai territori che hanno subito la devastazione atomica del 1986.
Supportata dai suoi volontari e collaboratori, si è dedicata alla raccolta fondi al solo scopo di raccogliere quando necessario per sopportare le spese di viaggio ed accoglienza dei bambini. Negli ultimi tre anni, causa civid e ora guerra, non essendo possibile portare avanti il progetto accoglienza, Milena non si è arresa e nel 2021 ha pensato di aiutare, con la collaborazione di Caritas, le famiglie di Arcore più bisognose, donando buoni spesa. Nel 2022, si è fatta promotrice della raccolta di beni alimentari e non, inviati alla popolazione ucraina in difficoltà o di sostegno alla famiglie ucraine in fuga, giunte sul territorio comunale. Rispondendo all’appello del Comune di Arcore, ha contribuito con l’associazione di cui è presidente al sostentamento di 4 famiglie con la distribuzione diretta di prodotti alimentari raccolti. Si è sempre fatta promotrice di eventi e manifestazioni con un forte impatto sociale

Medaglia d'argento per Virgilio Brambilla

Medaglia d’argento per un altro arcorese doc. Lui è l’ex comandante della Polizia locale di Usmate Virgilio Brambilla, oggi in pensione (recentemente Brambilla ha dato alle stampe il primo volume sulla storia di Bernate, frazione in cui vive).

La sua attività significativa, in campo letterario, della storia locale di Bernate, frazione di Arcore, ha riscontrato un enorme consenso, con la pubblicazione di circa 500 volumi, distribuiti a titolo completamente gratuito. Opera minuziosa e dettagliata della storia di Bernate dal ‘500 in poi, posta in essere con due volumi dal titolo:
• L’ascesa dei Durini a palazzo (ediz. 2021 e ristampa giugno 2022)
• La genesi delle cinque corti (ediz. Aprile 2022 e in prossima ristampa)
Nessuno sinora aveva mai scritto pagine così interessanti e ben documentate sulla frazione, con un impegno rilevante nella ricerca dei dati resi reali dalle relative fonti storiche, tutte citate e documentate. Il tutto, in quel prestigioso insieme che porta sicuramente un beneficio culturale anche per tutta la cittadinanza arcorese.

Civica Benemerenza per Aldo Brigatti

Attestato di civica benemerenza per Aldo Brigatti. Classe 1932 lo sportivo bernatese iniziò nell’immediato dopoguerra a fare ginnastica artistica nell’oratorio di Arcore, sotto la guida dell’istruttore Marcello Savorelli, nella neonata società sportiva Alfonso Casati. Sul finire degli anni ’40 i giovani ginnasti raggiunsero livelli nazionali, nonostante la povertà dei mezzi di cui dispongonevano. Purtroppo l’istruttore Savorelli nel ’51 abbandonò la squadra, e inevitabilmente iniziò il declino. Sarà una delle sue colonne, Brigatti, a fare risorgere il settore parecchi anni dopo, nel 1976, con l’aiuto della allora sedicenne figlia Serena.

Di seguito la motivazione della civica benemerenza.

"Una vita dedicata alla ginnastica artistica. Ancora oggi, alla soglia dei 90 anni, dà una mano in palestra, oratorio di Bernate, parrocchia Maria Nascente, per la Ginnastica Bernate 2016 asd.
Ad Arcore ha allenato decine e decine di giovani, ragazzi ed ora anche ragazze. Moltissimi quelli che lo conoscono e apprezzano come maestro di ginnastica ed educatore."

 

Civica Benemerenza per Agostino Spinelli

Un’altra benemerenza verrà consegnata al sindacalista Agostino Spinelli, personaggio conosciuto e stimato in città.  Testimonianza di impegno civico e sociale, d’esempio per le future generazioni. Spinelli opera, con impegno quotidiano e con spirito volontario, presso la CISL di Arcore, assistendo i cittadini in materia fiscale, previdenziale e sociale, con grande capacità di ascolto e disponibilità, con particolare attenzione ai più bisognosi e fragili.
E’ stato il primo coordinatore della “Serra” ed ha svolto un lavoro pioneristico insieme ad altri volontari dal 1985 al 1989 per organizzare i lavori e preparare l’ambiente adatto all’inserimento degli utenti del Centro di Accoglienza, all’interno dell’Associazione del Volontariato di Arcore. Ha contribuito a gettare “il primo seme” che, in seguito, ha portato alla bella realtà della Serra Social Green di via Trento e Trieste. Ha svolto anche il ruolo di Presidente della Cooperativa “La Fratellanza” sin dal 1994.

Civica benemerenza per Yuliya Ogolobchenko e Nataliya Maksymiv

Ci sono anche due donne straniere nell’elenco dei premiati: loro sono Yuliya Ogolobchenko e Nataliya Maksymiv. Entrambe di origine ucranina, le due donne hanno dato una grossa mano all’Amministrazione comunale e al Gruppo di Protezione civile guidato da Giovanni Sala nell’organizzare il sistema di accoglienza dei profughi che scappavano dalla guerra durante la scorsa primavera.

Civica benemerenza alla memoria di Colombo e Citterio

Infine l’Amministrazione comunale ha deciso di elargire due benemerenze alla memoria di due storici maestri di scuola elementare. Loro sono Daniele Colombo, scomparso nel marzo scorso e Lorella Citterio, volata via lo scorso anno. A ritirare gli attestati c'erano i parenti dei due maestri volati in cielo troppo prematuramente.

Colombo era un professionista serio e rispettoso, dedito ed appassionato al suo lavoro ed ai bambini. Era una persona buona e molto schiva che non desiderava mettersi in mostra.

Citterio ha dedicato se stessa ai bambini che ha istruito e visto crescere nella sua lunga carriera scolastica ad Arcore. Sempre disponibile, non mancava mai di confortare i più piccoli a cui ha dedicato tutto l’amore ed il tempo possibile.
Anche durante le più difficili prove della sua vita ha indirizzato le sue energie nella scuola in cui tanto credeva. Lei e maestro Daniele Colombo hanno rappresentato per anni, e per generazioni di piccoli studenti, un punto di riferimento importante donando dosi di umanità che hanno scaldato parecchi cuori, e che neanche il terribile avvenimento della morte potrà mai scalfire nella memoria degli arcoresi.

I riconoscimenti

La cerimonia di è conclusa con la consegna di quattro riconoscimenti che sono stati consegnati a: Fratelli Corno, alla memoria di Michele Cantù, Enriquez Eduarto Patricio e Cpia di Monza Brianza.

20221217_102454
Foto 1 di 4
20221217_102540
Foto 2 di 4
20221217_102607
Foto 3 di 4
20221217_102640
Foto 4 di 4

La bellissima testimonianza della giovanissima Giorgia Agoni

Infine un riconoscimento è andato alla giovanissima Giorgia Agoni di Cascina del Bruno. Lei ha solo 14 anni ma tanto da insegnare soprattutto agli adulti e non solo. Una storia incredibile, piena di amore e salvaguardia per l’ambiente e per il prossimo, che ha per protagonista Giorgia, una ragazzina di 14 anni che ama trascorrere il suo tempo libero andando a raccogliere i rifiuti gettati sulle strade, sui marciapiedi o nei campi dagli incivili. "Armata", si fa per dire, di zaino, guanti, pinza raccogli rifiuti, carrettino, sacchi della spazzatura e, soprattutto, tanta voglia di fare del bene per il nostro pianeta, la giovanissima, soprattutto nel week end, con un’abbondante dose di olio di gomito, si mette in prima linea per ripulire Arcore dai rifiuti abbandonati.

 

 

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie