Contagi tra i banchi

Covid: sono 32 le scuole in Brianza con studenti positivi ECCO QUALI

Otto sono istituti superiori; gli altri casi si registrano tutti tra nidi, materne, elementari e medie.

Covid: sono 32 le scuole in Brianza con studenti positivi ECCO QUALI
29 Settembre 2020 ore 10:19

Covid: sono 32 le scuole in Brianza con studenti positivi. Otto sono istituti superiori; gli altri casi si registrano tutti tra nidi e materne.

Covid: sono 32 le scuole in Brianza con studenti positivi

Sempre più alta l’attenzione sul settore scolastico e i contagi da Covid-19. Dopo la ripresa delle lezioni Ats Brianza sta svolgendo un capillare lavoro di controllo sul territorio per individuare i casi e tracciare i contatti.

Casi che, purtroppo, sono in aumento. Basti pensare che attualmente (ma i dati cambiano di giorno in giorno) sono trentadue le scuole della provincia di Monza e Brianza che hanno almeno un caso Covid, con relativo isolamento e tampone ai compagni. Dal 16 al 22 settembre, grazie al sistema messo in campo da Ats Brianza, sono state testate presso i punti tampone dedicati alla scuola 1301 persone tra studenti/allievi e personale scolastico docente e non docente e di questi 40 sono risultati essere positivi a tampone nasofaringeo e 12 dei 40 positivi sono stati intercettati tra i contatti di caso.

Le scuole in quarantena

Tra le tante scuole che hanno avuto almeno un contagio, ci sono otto istituti superiori, tra cui l’«Einstein» di Vimercate, il «Majorana» di Cesano Maderno, il «Levi» di Seregno, il professionale «Inpresa» di Carate, lo «Zucchi», il «Mapelli», il «Porta» e il «Mosè Bianchi» a Monza.

Discorso più complesso per nidi e scuole dell’infanzia dove i piccoli non indossano le mascherine. E infatti di 32 scuole «contagiate» in Brianza, sono solo 8 gli istituti superiori con 11 casi, mentre tutte le altre riguardano nidi, materne, scuole primarie o medie, nelle quali il contatto tra studenti è maggiore.

Il piccolo focolaio di Lissone

L’esempio è il piccolo cluster che si è creato alla scuola materna Maria Bambina di Lissone, nel quale il contagio si è esteso sia tra insegnanti che tra i bambini di una sezione, poi finita in quarantena con sei positivi accertati che a loro volta hanno contagiato i famigliari, tra cui una mamma educatrice al nido San Fruttuoso di Monza (anche se poi al nido, avendo lei tenuto la mascherina, nessuno è risultato positivo nè tra i colleghi nè tra i bambini).

Il caso di Carate Brianza fa invece capire quanto i contagi siano frequenti in ambito familiare. In città infatti si è verificato il caso di una famiglia con quattro figli in quattro scuole di ordine e grado diverso risultati tutti positivi, con inevitabile tampone ai compagni di classe. Il risultato è che a Carate ci sono quattro scuole con una sezione in isolamento.

Otto attività sportive in quarantena

In questo momento a fronte di un caso Covid positivo, ci sono otto società sportive in Brianza con gruppi in isolamento (tra cui il San Rocco calcio). Si tratta di tre squadre di calcio, due di rotellistica, una palestra di parkour, una di ginnastica e una squadra di pallamano.

Sul Giornale di Monza in edicola da oggi, martedì 29 settembre, ricco approfondimento con l’intervista a Nicoletta Castelli, responsabile del Dipartimento Prevenzione e Igiene dell’Ats Monza, Brianza, Lecco e le prassi da seguire per i genitori, in caso di sospetta positività dei figli.

TORNA ALLA HOME  

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia