la spiegazione

Il sindaco di Arcore “In un’ora e mezza è caduta la pioggia di un mese”

"Questa volta le vasche volano a nord del centro di Arcore hanno retto. Le fognature non hanno retto".

Il sindaco di Arcore “In un’ora e mezza è caduta la pioggia di un mese”
Vimercatese, 09 Giugno 2020 ore 09:31

Il sindaco di Arcore “In un’ora e mezza è caduta la pioggia di un mese. Le fognature non hanno retto. Faremo una ricognizione con BrianzAcque”.

Il sindaco di Arcore “In un’ora e mezza è caduta la pioggia di un mese”

Dopo il violento nubifragio che ha colpito la città di Arcore nella serata di ieri allagandola completamente, il sindaco Rosalba Colombo questa mattina ha rilasciato alcune dichiarazioni. In particolare sulla questione delle vasche volano. Il primo cittadino ha precisato “In un’ora e mezza è caduta l’acqua di un mese. Le vasche volano hanno retto. Le fognature non hanno retto”.

“Come sempre, prima di ogni commento e analisi è giusto partire dai dati di fatto” – ha fatto sapere il sindaco sulla sua pagina Facebook.

Val Fazzola € 768.766,73, opera finita.
Bernate Roccolo € 1.924.000 lavori in corso, fermi 2 mesi per Covid
Vasca Tenaris pagata dal privato, opera finita.
Vasca via Monte Bianco, opera finita.

Questa volta le vasche volano a nord del centro di Arcore hanno retto, come anche le altre decine di volte da quando sono state realizzate ma, a seguito di 80,6 mm caduti in un’ora e mezza (il record di quest’anno era di 74 caduti il 2 giugno), le fognature non hanno retto.
Il motivo? Quando il Lambro non riceve più perché al limite della portata, la Molgorana non riesce a confluire nel Lambro e la pressione fa saltare i tombini.

In sostanza in un’ora e mezza è caduta la pioggia di un mese.

Faremo una ricognizione con Brianzacque che ha la gestione delle fognature.

Nei giorni scorsi la Protezione Civile ha fatto monitoraggio delle grate di sfogo delle vasche volano a nord di Arcore e le ha trovate pulite.

Chi era presente ha potuto verificare che la pressione dell’acqua ha fatto saltare i tombini tanto da far arrivare una carpa in via Umberto I.

Capisco le reazioni di rabbia, comprensibili, dopo anche un periodo difficile come quello da cui stiamo cercando di uscire, ora si è aggiunta anche l’emergenza dell’allagamento.

Come sempre in tempi rapidi verificheremo i danni e capiremo come poter aiutare.

Prego tutti di lasciar da parte le polemiche per un semplice motivo: chiunque sa che quanto è stato fatto contro gli allagamenti fosse indispensabile (saremmo sotto di oltre un metro di acqua probabilmente) ma prima di commentare vi prego solamente di leggere i dati riportati ad inizio post.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia