Ultimo saluto

L’ultimo saluto a Giuseppe Tornitore, il “nonno 5” di Villasanta VIDEO

Le esequie del 64enne volontario sono state celebrate oggi pomeriggio, venerdì, nella chiesa di Sant’Anastasia di Villasanta

Vimercatese, 20 Novembre 2020 ore 21:13

 

L’ultimo saluto a Giuseppe Tornitore, il “nonno 5” di Villasanta.

Oggi pomeriggio, venerdì 20 novembre 2020, tutta Villasanta si è stretta in un abbraccio fraterno a Giuseppe Tornitore, conosciuto da tutti come “nonno 5”, volato in cielo mercoledì 18 novembre.

La chiesa di Sant’Anastasia, anche per le restrizioni dovute al Covid, ha faticato a contenere parenti, conoscenti e amici del 64enne, volto conosciuto in paese per via del suo ruolo di volontario di “Villasanta Attiva”, di cui ne è stato anche fondatore.

Presente al funerale anche il sindaco Ornago

Presenti alla cerimonia funebre, oltre ai volontari di “Villasanta Attiva”, capitanati da Sandro Belli, anche il sindaco Luca Ornago, il vicesindaco Gabriella Garatti, l’assessore alla Pubblica istruzione Adele Fagnani e il comandante della Polizia locale Maurizio Carpanelli.

Toritore, ricordiamo, era ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Gerardo di Monza per il Covid-19. Le esequie sono state concelebrate dal parroco don Alessandro Chiesa e da don Giuseppe Angiari, vicario parrocchiale a San Fiorano.

 

Si è spento Giuseppe Tornitore, il “Nonno 5” di Villasanta

Tornitore era un “nonno civico”, vera anima dell’associazione “Villasanta Attiva” guidata dall’infaticabile Sandro Belli. Un volontario dal cuore d’oro, pronto da darsi da fare dove c’era bisogno. Un vero angelo custode che ogni giorno, con la sua immancabile pettorina gialla e la paletta, aiutava gli agenti della Polizia locale nella viabilità, offrendo il suo aiuto nel facilitare l’attraversamento pedonale dei bimbi che andavano a scuola.
“Veloci, veloci, veloci” e “Dammi il Cinque”. Sono queste le frasi più ricorrenti che il 64enne amava ripetere ai suoi bambini. Frasi che sono rimaste impresse non solo nei piccoli, ma anche nel cuore dei loro genitori.

Il saluto dei “suoi” bambini

I bimbi della classe 4^A della scuola elementare “Villa” hanno voluto ricordare il volontario attraverso dei disegni, raffiguranti le manine, e delle dediche per Tornitore.

Il cordoglio del sindaco

“A nome dell’Amministrazione Comunale voglio esprimere il più sincero cordoglio per la scomparsa del nonno civico Giuseppe Tornitore, 64 anni, ferroviere in pensione, deceduto a causa del Covid-19 – ha fatto sapere il sindaco Luca Ornago di Villasanta – Nel suo ruolo di volontario all’interno dell’associazione Villasanta Attiva, ha collaborato con l’Amministrazione Comunale in tanti progetti sociali, dedicandosi soprattutto ai bambini e agli anziani. Ancora più grande è il mio rammarico perché ho avuto modo di conoscerlo di persona e di incontrarlo spesso, trovandolo una persona gioviale, costruttiva e sempre disponibile a dare una mano. In questa bella foto lo vedete impegnato in una iniziativa della Polizia Locale per gli alunni di Villasanta che Giuseppe accompagnava spesso a scuola come volontario del servizio Pedibus.
Fondamentale il suo operato anche presso il nostro Centro Diurno Anziani dove cantava, leggeva libri ai nonni o ricordava con loro la Villasanta del passato. Il nostro pensiero va ai familiari di Giuseppe e anche ai suoi affezionati amici di Villasanta Attiva che lui stesso contribuì a fondare nel 2014.

La lettera di ricordo di “Villasanta Attiva”

“Caro Giuseppe, in un momento triste come questo molti dicono: sono sempre i migliori che se ne vanno presto.
Anche a noi è venuto questo pensiero, ma pensandoci bene, QUALCUNO lassù ha pensato di chiamarti anzi tempo per premiarti per il tuo grande cuore ed amore DONATO con generosità al prossimo.
Hai saputo mettere in pratica gli insegnamenti del Vangelo, e noi come una grande famiglia dovremmo essere contenti di aver avuto un FRATELLO come te. Non possiamo essere tristi, sul nostro volto dovrebbe trasparire quella serenità, che ci comunicava il tuo contagioso sorriso, per mostrare a tutti che sei ancora tra noi.
Con il tuo esempio ora anche per noi dovrebbe essere più facile essere volontari, ci hai dato un insegnamento che cercheremo, con impegno, di seguire.
Carissimo Giuseppe, dovremmo scrivere tante pagine per dirti cosa eri per tutti noi, per i bambini che hanno conosciuto un nonno meraviglioso che al momento giusto si trasformava in BABBO NATALE, per le persone mature per le quali sei stato di aiuto e conforto nei luoghi e nei momenti di sofferenza.
Per l’esperienza terrena che hai fatto, sarai già stato promosso ANGELO CUSTODE, speriamo che tu con la tua perenne disponibilità riesca a seguirci tutti, prima i bambini poi i grandi e anche gli anziani secondo le necessità che vedrai.
CIAO GIUSEPPE, aiutaci a camminare sulla strada giusta, aiutaci a coltivare il seme di umanità che hai piantato nei nostri cuori, speriamo, quando verrà il nostro giorno di poterti incontrare ancora”.

 

AMPIO SERVIZIO LO POTRETE LEGGERE SUL GIORNALE DI VIMERCATE IN EDICOLA A PARTIRE DA MARTEDI’ 24 NOVEMBRE

 

TORNA ALLA HOME

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia