Menu
Cerca
Polizia provinciale

Ponte Pasquale: aumentano i controlli sulla Milano Meda

Presidio fisso all'ingresso di Meda e pattuglie lungo tutto il tratto di competenza.

Ponte Pasquale: aumentano i controlli sulla Milano Meda
Cronaca Monza, 03 Aprile 2021 ore 06:51

Ponte Pasquale: aumentano i controlli sulla Milano Meda. Presidio fisso all’ingresso di Meda e pattuglie lungo tutto il tratto di competenza.

Ponte Pasquale: aumentano i controlli sulla Milano Meda

La Polizia Provinciale, guidata dal Comandante Flavio Zanardo (nella foto col presidente della Provincia di Monza e della Brianza Luca Santambrogio), si sta organizzando per garantire le attività di presidio del territorio nel  lungo fine settimana pasquale.

Gli agenti hanno il compito  di controllare e monitorare gli spostamenti lungo la Milano  Meda con un presidio fisso all’ingresso di Meda e pattuglie in movimento lungo tutto il tratto il tratto di competenza.

“Gli agenti di polizia stanno collaborando dall’inizio di questa emergenza con tutte le forze dell’ordine per garantire il rispetto delle direttive nazionali emanate per contenere l’emergenza sanitaria.  – spiegano Santambrogio e il consigliere delegato Andrea Villa – Anche questa sarà una Pasqua particolare in cui tutti siamo chiamati a fare la nostra parte del bene collettivo. Ringraziamo il comandante Zanardo e gli agenti che saranno in servizio nei prossimi giorni, continuando anche ad essere operativi sui fronti di più stretta competenza come la tutela dell’ambiente”.

Non solo controlli anti Covid

I veicoli abbandonati a Cornate

Oltre al presidio del territorio a supporto dell’emergenza sanitaria i 15 agenti sono costantemente impegnati in numerosi operazioni, soprattutto a salvaguardia dell’ambiente.

Nell’ultimo periodo diverse le operazioni condotte a termine. A Besana Brianza un intervento per uno sversamento di liquami nel torrente Bevera ha portato alla denuncia del legale rappresentante di una società con sede a Brescia.

Rifiuti abbandonati a Cesano Maderno

A Cesano Maderno e Barlassina interventi per deposito incontrollato di rifiuti pericolosi, con conseguenti sanzioni amministrative, mentre a Desio è scattata una denuncia per trasporto illegale di rifiuti speciali, questo soltanto per fare qualche esempio.

Altri abbandoni illeciti di rifiuti sono stati accertati nel Parco della Valle del Lambro a Triuggio e a Cornate d’Adda (qui c’erano alcuni veicoli fuori uso), mentre a Cesano Maderno gli agenti sono intervenuti per disturbi e molestie olfattive dovuti alle emissioni fumose dell’impianto a combustione di una vetreria.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli