Cronaca
Il caso

Presunte minacce di morte, la minoranza chiede spiegazioni al sindaco Daniel Siccardi

La civica "Insieme per Ornago": "Il primo cittadino chiarisca in Consiglio comunale".

Presunte minacce di morte, la minoranza chiede spiegazioni al sindaco Daniel Siccardi
Cronaca Vimercatese, 26 Maggio 2022 ore 09:24

Presunte minacce di morte, la minoranza chiede spiegazioni al sindaco Daniel Siccardi. La civica "Insieme per Ornago": "il primo cittadino chiarisca in Consiglio comunale". Siccardi, lo ricordiamo, è accusato dalla Procura di essersi autoinviato delle presunte minacce di morte.

Martedì seduta in Municipio

E' stata fissata per martedì 31 maggio 2022 una nuova seduta del Consiglio comunale di Ornago. Alle 20.30 l'assise si radunerà per discutere i punti all'Ordine del giorno: una riunione già in programma, ma che assume ancora più rilevanza in virtù di quanto accaduto martedì, quando la Procura del Tribunale di Monza ha comunicato la chiusura delle indagini che vedono coinvolto il sindaco Daniel Siccardi. Il primo cittadino ornaghese è accusato di simulazione di reato, dal momento che secondo gli inquirenti, avrebbe finto di essere stato minacciato via mail da un tale “Fred”, che gli avrebbe indirizzato messaggi minatori accompagnati da foto cruente del suo volto sanguinante e sfregiato. Nelle ore successive alla comunicazione la civica di centrosinistra "Progresso e Solidarietà" aveva immediatamente chiesto un Consiglio comunale d'urgenza per discutere dell'accaduto.

"Siccardi faccia chiarezza"

Nella giornata di ieri, mercoledì 25 maggio 2022, anche la civica di centrodestra "Insieme per Ornago" è tornata sulla vicenda che vede coinvolto Siccardi.

"Da organi di comunicazione sia a livello locale che a livello nazionale viene divulgata la notizia della chiusura delle indagini relative all'accusa di simulazione di reato a carico del sindaco formulate della procura di Monza - si legge in un comunicato - Semplicemente ci domandiamo se dopo tutto ciò che si è verificato nel corso di questi mesi e dall'evoluzione delle indagini svolte dalla Procura di Monza, il sindaco Siccardi non ritenga quantomeno necessario formulare chiarimenti alla cittadinanza di Ornago attraverso lo strumento di comunicazione principe tra L'amministrazione e la cittadinanza che essa rappresenta, ovvero un dibattito all'interno del consiglio comunale, in modo tale che anche i membri della maggioranza, che supportano l'Amministrazione, nonché gli assessori che costituiscono la giunta comunale, abbiano la possibilità di informare i cittadini di Ornago di quali siano le motivazioni politiche ed ideologiche che li spingono ad appoggiare il sindaco Siccardi. Noi come parte della minoranza non possiamo fare altro che chiedere al sindaco un atto di coerenza e di rispetto per l'istituzione che rappresenta, di presentare quindi le dimissioni e permettere alla cittadinanza di poter scegliere una nuova amministrazione. La chiusura delle indagini non è che l'ultima tegola caduta sull'attuale amministrazione, non dimentichiamo infatti delle controversie che l'attuale amministrazione, guidata dal sindaco Siccardi, ha incontrato nei rapporti con i dipendenti comunali, costringendo quest'ultimi a prese di posizione ufficiali mediante una missiva sottoscritta dalla quasi totalità dei dipendenti. Allo stato attuale in cui verte l'amministrazione comunale, solo le dimissioni del sindaco con l'elezione di una nuova amministrazione può consentire al comune di Ornago di uscire dall'attuale stallo".

I precedenti Consigli comunali

Nei mesi scorsi, le vicenda giudiziarie che vedono coinvolto Daniel Siccardi erano già finite sui banchi del Consiglio comunale. Il primo cittadino aveva sempre scelto la via del silenzio, sostenendo che l'indagine a suo riguardo non era di competenza dell'assise.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie