Politica
Verso il voto a Lissone

Amministrative: l'incognita Paganelli e nel Centrodestra spunta il leghista Crippa

Chi sarà il candidato del Centrodestra? Sarà Ruggero Sala (Fratelli d'Italia) o il posto spetterà a un padano "di peso" come il braccio destro di Salvini?

Amministrative: l'incognita Paganelli e nel Centrodestra spunta il leghista Crippa
Politica Monza, 18 Febbraio 2022 ore 14:23

Elezioni amministrative a Lissone: dopo il "no grazie" di uno dei papabili, spunta il nome di un altro leghista tra i potenziali candidati alla carica di sindaco.

Amministrative: Paganelli c'è, ma...

E’ l’uomo che piace sicuramente al Centro, corteggiato da una parte del Centrodestra e che non dispiace nemmeno a una certa area del Centrosinistra.

L’avvocato Luigi Paganelli, che da settimane è uno dei nomi più gettonati nella rosa dei papabili candidati sindaco per il Centrodestra, ha voluto confermare - in esclusiva al Giornale di Monza - le sue intenzioni in questa campagna elettorale che già si preannuncia scoppiettante e ricca di colpi di scena.

Partiamo dal presupposto che sono un liberale, fermamente europeista e anche federalista - ha spiegato l’ex consigliere comunale eletto tra le fila di Forza Italia - Ho una mia storia personale e professionale che mi porta ad essere aperto al dialogo con tutti prima di ogni decisione.

Paganelli, di formazione liberale e già «punta diamante» dell’area moderata, non ha nascosto il corteggiamento arrivato dagli ex colleghi di coalizione: «Sono stato invitato a riflettere sull’ipotesi di fare il candidato per la coalizione di Centrodestra. Alcuni esponenti dei partiti mi hanno chiesto la disponibilità e mi hanno invitato a fare un ragionamento doveroso. Certo, è chiaro che da europeista non mi vedrei mai nemmeno come assessore in una Giunta il cui sindaco è troppo sbilanciato a Destra».

Centrodestra "a caccia" di un candidato

E’ lo stesso lissonese a confermare che alcuni contatti con i vertici di partiti e liste civiche ci sono stati.

Mi reputo una persona dialogante e la mia storia personale e politica lo dimostra. Per questo do la mia disponibilità a impegnarmi per il bene della città - continua - Vorrei promuovere il tessuto economico e urbanistico lissonese, ma lo farei da moderato quale sono.

Il nome di Paganelli (che è sembrato convinto solo fino a un certo punto) è solo uno dei tanti che si stanno facendo largo nel campo del Centrodestra. Nell’area centrista un altro nome è quello di Roberto Perego (Lissone in movimento). Ma in questi ultimi giorni è Ruggero Sala, capogruppo di Fratelli d’Italia, ad aver sparigliato le carte.

Infatti non è un mistero che i vertici provinciali del partito di Giorgia Meloni (alla luce del crescente consenso a livello nazionale) ambiscano ad esprimere il candidato nella seconda città della Provincia.

Paganelli verso il Centrosinistra?

Ma non è un mistero nemmeno che lo stesso Paganelli sia gradito a una certa area del Centrosinistra che non vorrebbe «sprecare il suo bagaglio valoriale legato al tema dei diritti civili e delle libertà individuali».

Sono onorato che anche parte del Centrosinistra pensa che il mio contributo possa essere considerato un valore - spiega - Conosco Antonio Erba (il candidato sindaco della coalizione, Ndr) da 35 anni, è anche un amico. Nell’ambito di un percorso unitario, con un progetto serio che valorizzi la nostra città, chissà, potrei anche essere a disposizione per collaborare con lui.

Ma l’avvocato lissonese ha svelato anche che c’è un’altra area politica ad aver preso contatti: «Conosco Fabio Meroni da tantissimi anni e penso che sia un politico di qualità, nonostante la bufera che ha scatenato negli ultimi mesi che lo ha portato ad essere espulso dalla Lega. Da federalista convinto avrei anche potuto essere della partita, ma da fervente europeista non potrei mai candidarmi in una coalizione con un partito euroscettico come Italexit».

Amministrative: spunta il nome del leghista Crippa

Ma nelle ultime ore un altro nome che ha cominciato a circolare è quello del vicesegretario federale della Lega, e già numero uno dei Giovani Padani anche in città, Andrea Crippa.

Il braccio destro di Matteo Salvini, che oggi è anche deputato eletto nel collegio uninominale di Bollate, è già stato consigliere comunale nella scorsa consiliatura e potrebbe essere il nome sul quale il Centrodestra potrebbe trovare la quadra.

LEGGI L'EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie