Politica
La decisione

Elezioni a Meda, gli ambientalisti in campo con il candidato del Centrosinistra

Sinistra e Ambiente e Impulsi-Sostenibilità e Solidarietà faranno parte con un'unica lista della coalizione a sostegno di Marcello Proserpio.

Elezioni a Meda, gli ambientalisti in campo con il candidato del Centrosinistra
Politica Seregnese, 14 Aprile 2022 ore 09:38

Elezioni amministrative a Meda, gli ambientalisti scendono in campo a sostegno di Marcello Proserpio, candidato sindaco del Centrosinistra.

La decisione degli ambientalisti

Hanno deciso di partecipare alla tornata elettorale i gruppi Sinistra e Ambiente e Impulsi-Sostenibilità e Solidarietà, i cui referenti sono Alberto Colombo e Gianluigi Cambiaghi. A marzo gli ambientalisti avevano comunicato di essere in una fase di valutazione e di poter entrare a far parte della coalizione di Centrosinistra (formata da Pd, Italia Viva, Azione e dalla lista civica Meda Aperta) solo a determinate condizioni. Ora la decisione di entrare nel gruppo.

Sosterranno Marcello Proserpio

"Possiamo finalmente affermare che, alle prossime elezioni amministrative, sarà presente anche una lista ecologista e di sinistra che sosterrà la candidatura di Marcello Proserpio alla carica di sindaco di Meda in una coalizione di Centrosinistra - hanno dichiarato in un comunicato - Una lista composta da chi, da tempo, è attivo per la tutela dell’ambiente e del territorio e attento alle istanze sociali cui si sono aggiunte persone che condividono questi valori e queste sensibilità e vogliono fare un cammino condiviso. Rimane da assolvere il non facile adempimento della raccolta firme per la presentazione alla competizione elettorale".

Un'unica lista formata da Sinistra e Ambiente e Impulsi-Sostenibilità e Solidarietà

Una lista nata dall’unione di Sinistra e Ambiente e di Impulsi-Sostenibilità e Solidarietà che richiamerà i due gruppi anche nel logo, "composta da uomini e donne, quasi nello stesso numero, che non hanno mai smesso di collaborare e sostenere un progetto alternativo al governo della nostra città, di sollevare temi e di porre interrogativi su cui confrontarsi. Sono molte le aspettative e le speranze per un’autentica conversione ecologica e sarà compito nostro saperne tener conto e rappresentarle adeguatamente e responsabilmente. L’eventuale nostra assenza condurrebbe probabilmente all’astensione quella parte dell’elettorato che non potrebbe riconoscersi in altre proposte politiche pronte ad annettersi sfrontatamente ogni esigenza sociale o ambientalista, compreso il termine verde o green, più di moda. Un’astensione che, nelle proporzioni delle ultime tornate elettorali, preoccupa chi ha a cuore i processi democratici e che ci porta ad essere favorevoli a tutte quelle forme propositive e di partecipazione attiva dei cittadini alla cura e alla rigenerazione dei beni comuni".

Attenzione all'ambiente, al territorio e all'accoglienza

I gruppi sottolineano i valori in cui credono e le tematiche che hanno a cuore: "La scadenza elettorale ci permette di accentuare la critica verso un modello di sviluppo che ha perso il senso del limite e ribadire con forza che la consapevolezza della scarsità e finitezza delle risorse dovrebbe obbligarci a ripensare i valori fondamentali della nostra società a misura delle sue possibilità. Abbiamo l’opportunità di aprirci e aggregare persone e gruppi che si oppongano a scelte politiche indifferenti agli allarmi per un territorio che si degrada, per città insostenibili per consumi e inquinamento, non inclusive, se non ostili, ai suoi cittadini più fragili e disagiati, dove spesso prevale il risentimento e il pregiudizio. Al contrario per superare l’indifferenza e l’esclusione serve un impegno sempre più generoso nel favorire la cultura dell’accoglienza come fondamento della comunità, promuovendo così anche la pace in ogni ambito della nostra vita e tra i popoli".

Un programma condiviso

"Con Marcello Proserpio e le altre forze politiche con cui c’è stato un confronto proporremo dunque ai cittadini un programma condiviso per una politica basata sull’ascolto, sullo stimolo alla partecipazione attiva dei cittadini rispetto alle scelte di governo - assicurano - Ci siamo spesi attivamente riportando alla dimensione locale gli impegni per adeguate risposte amministrative sul sociale, sull’inclusione, sulla cultura, sulla tutela dell’ambiente e del territorio, sull’inquinamento atmosferico, sull’urbanistica e la viabilità, sulla mobilità sostenibile e sulle azioni che saranno necessarie per una vera transizione ecologica". Concludono: "Indipendentemente da come vada questa tornata amministrativa, continueremo comunque, con una visione sovracomunale, ad essere una voce attiva, critica e propositiva nell’ambito medese e brianzolo".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie