Sanità in Brianza

“Nessun ospedale deve rimanere indietro”

L'intervento del consigliere regionale Alessandro Corbetta.

“Nessun ospedale deve rimanere indietro”
Caratese, 20 Giugno 2020 ore 14:42

“Nessun ospedale deve rimanere indietro”. L’intervento del consigliere regionale  della Lega, il besanese Alessandro Corbetta.

“Nessun ospedale deve rimanere indietro”

Sula decisione della Giunta Fontana di rinviare la riorganizzazione della sanità in Brianza è intervenuto anche il consigliere della Lega Alessandro Corbetta.

“E’ stata una decisione inevitabile a causa del Covid – ha sottolineato il consigliere regionale della Lega –  ora lavorare più celermente per raggiungere obiettivi prefissati”.
La ridefinizione dei confini delle Asst di Monza e Brianza, come abbiamo già avuto modo di ricordare, inizialmente prevista al prossimo 1° luglio è slittata di sei mesi, al 31 dicembre 2020 La decisione di rinviare a fine anno è avvenuta con delibera di Giunta Regionale.

“Una decisione inevitabile –  continua  Corbetta – considerato che veniamo da 4 mesi di piena emergenza Covid, in cui tutta la sanità lombarda è stata impegnata ad affrontare una situazione di straordinaria gravità e mai accaduta prima d’ora.

“Ora il San Gerardo deve proseguire la sua corsa verso il riconoscimento a Irccs, Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico,  e al contempo va ripreso il tavolo tra le due Asst, quella di Monza e quella di Vimercate,  affinché si arrivi a definire un sistema sanitario territoriale integrato e capillare, in cui nessun ospedale resti indietro e dove finalmente possano essere attivati i Presidi socio sanitari territoriali (Presst) che, a fronte di quello che abbiamo vissuto negli ultimi mesi, si rendono ancor più necessari al fine di sgravare il peso sugli ospedali. Nei prossimi mesi partiranno poi i lavori di ammodernamento dei presidi ospedalieri di Carate, Giussano, Seregno, Besana e Usmate frutto degli importanti investimenti regionali di 14,5 milioni. Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per costruire una sanità brianzola più efficiente e in grado di garantire servizi migliori ai cittadini.”

Sulla rinvio della riorganizzazione della sanità brianzola avevano già avuto modo di esprimersi i consiglieri Gigi Ponti del Partito democratico e Marco Fumagalli del Movimento 5 Stelle.

TORNA ALLA HOME PAGE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia