Eventi
Seregno

Nessun vincitore al concorso pianistico Pozzoli

Nella finale al teatro San Rocco la Giuria ha assegnato il secondo premio ex aequo al 26enne italiano Diego Petrella e al 24enne giapponese Yuto Takezawa. Terzo posto per il 25enne spagnolo Leo De Marìa. 

Nessun vincitore al concorso pianistico Pozzoli
Eventi Seregnese, 06 Ottobre 2021 ore 10:06

Nessun vincitore al concorso pianistico internazionale Ettore Pozzoli di Seregno. Nella finale al teatro San Rocco la Giuria ha assegnato il secondo premio ex aequo all'italiano Diego Petrella e al giapponese Yuto Takezawa. Al terzo posto allo spagnolo Leo De Marìa.

Nessun vincitore al concorso pianistico Pozzoli

La 32esima edizione del concorso pianistico internazionale Ettore Pozzoli si è conclusa senza vincitore. Nella quarta e ultima prova di ieri sera, martedì 5 ottobre al teatro San Rocco, la Giuria ha assegnato il secondo premio ex aequo al 26enne italiano Diego Petrella e al 24enne giapponese Yuto Takezawa, che eseguivano rispettivamente il concerto di Schumann e il concerto numero 5 di Beethoven. Terzo posto allo spagnolo Leo De Marìa, 25enne, con il concerto n. 4 di Beethoven. La prova conclusiva è stata accompagnata  dall'orchestra LaVerdi di Milano, diretta dal maestro Andrea Oddone, che ha strappato applausi. Il premio del pubblico è stato assegnato allo stesso Yuto Takezawa.

Gli altri premi del concorso

Questi gli altri premi assegnati nella finale dello storico concorso Pozzoli al teatro San Rocco. Il premio al miglior italiano semifinalista e il premio Monsignor Giuseppe e Angelo Biella per Diego Petrella. A Svevolod Brigida, 23enne russo, il premio al più giovane semifinalista straniero, a Takeshi Shimozato il riconoscimento della Fondazione Bracco, fra i partner dell'evento musicale insieme al Conservatorio di Milano.

La soddisfazione del sindaco

Durante la serata il sindaco Alberto Rossi e l'assessore alla Cultura, Federica Perelli, hanno espresso soddisfazione per la riuscita manifestazione internazionale, sulla quale l'Amministrazione lavorava da due anni nonostante il periodo del lockdown per l'emergenza pandemica. "Non era affatto scontato proporre il concorso Pozzoli, molti altri concorsi sono stati cancellati - le parole del primo cittadino durante la serata conclusiva - E' un'edizione straordinaria. Sentire che gli artisti sono onorati di essere a Seregno per il concorso Pozzoli è un motivo di grande soddisfazione".  "Seregno è sempre più la città della musica", ha aggiunto l'assessore Perelli fra gli applausi del pubblico per i talentuosi musicisti.

Necrologie