Attualità
A Lentate sul Seveso

Il sindaco risponde alla lettera di Nicolas... andando direttamente al parco giochi

Il dodicenne le aveva segnalato i problemi dell'area, Laura Ferrari si è recata sul posto con gli assessori e il figlio Tommaso.

Il sindaco risponde alla lettera di Nicolas... andando direttamente al parco giochi
Attualità Seregnese, 13 Agosto 2022 ore 10:58

Il sindaco di Lentate Laura Ferrari risponde alla lettera di Nicolas andando direttamente sul campo, al parco giochi di via Achille Grandi.

Dopo la sua lettera, il sindaco incontra Nicolas al parco giochi

Una risposta concreta, non via mail ma direttamente sul posto, per annotare quello che non va. Dopo la lettera che Nicolas Ferreri, 12 anni, le aveva indirizzato per elencare i problemi del parco giochi sotto casa sua, in via Achille Grandi, dove trascorre la maggior parte del pomeriggio con gli amichetti, il sindaco Laura Ferrari ha deciso di effettuare un sopralluogo («l’ennesimo», precisa lei), nell’area verde del quartiere, una delle più belle, anche a detta dei residenti, dei 12 parchetti del territorio.

Sopralluogo del sindaco insieme al figlio e agli assessori

Insieme a lei, oltre al vicesindaco Marco Boffi e agli assessori Matteo Turconi Sormani e Andrea Pegoraro, c’era il figlio Tommaso Romeo, due anni in meno di Nicolas, che ha provato tutti i giochi per dire alla mamma quello che effettivamente c’è da sistemare. «Ho voluto portare anche lui perché chi meglio di un bambino può dire dove bisogna intervenire?», ha precisato Ferrari, che si è confrontata anche con altri residenti che fanno un po’ da «guardiani» dell’area verde circondata dalle abitazioni, molto frequentata anche da cittadini provenienti da altre frazioni.

Tutte le criticità del parco giochi

Poi ha passato in rassegna, una ad una, tutte le attrazioni, con Nicolas che le ha indicato le piccole e grandi criticità. Come la vite che sporge dalla struttura in legno dell’altalena a cesto dopo un po’ che viene fatta dondolare o la base poco stabile della cosiddetta «carrucola», che si è piegata a furia dei ragazzi (che per l’età e il peso non potrebbero utilizzarla) che vi si appendono. Passando alla «casetta», «sotto al tettuccio ci sono delle parti che fuoriescono, rappresentando un pericolo per i bambini», ha sottolineato Nicolas, che ha aggiunto: «Lo scivolo è stato sostituito con uno più corto, ma la pavimentazione non è stata sistemata».

6d627ed6-863b-4b4d-8ff9-f0f30f841339
Foto 1 di 10
4d3ec253-dcd9-4407-a7bc-99975ffbd83b
Foto 2 di 10
5ddb7fab-a3fa-4d04-95f8-a0385a6fb3e5
Foto 3 di 10
39290738-b2c7-478b-8467-e87845ca9685
Foto 4 di 10
9c9e81e6-2ebc-4d81-8bbe-4881c9531afc
Foto 5 di 10
e0b469af-b470-4bd0-9069-1414e84678af
Foto 6 di 10
0421d064-af31-4b27-ac93-33b06b11b7ec
Foto 7 di 10
465b8ffc-1be4-4df7-89c6-4b45b702ed10
Foto 8 di 10
a4dce238-b50a-42d7-989f-a4937fc908b6
Foto 9 di 10
6f8cae6c-1bf9-4b42-b252-c72f55229ad1
Foto 10 di 10

 

L'assessore tuttofare ha sistemato le panchine e posizionato la rete parapalloni

Un altro problema è rappresentato dalle palle che arrivano addosso ad anziani (uno è finito addirittura al Pronto soccorso) e bambini, tirate dai ragazzi che giocano nell’area con le porte da calcio. «Provvederemo subito a posizionare una rete parapalloni tra gli alberi», ha assicurato l’assessore tuttofare Pegoraro, che ha garantito anche di provvedere alla sistemazione di un paio di panchine sprovviste di due listelli in legno. Detto fatto, il giorno successivo ha mantenuto la promessa, aiutato dal militante leghista Giuseppe Viviani. Necessaria, inoltre, una maggiore attenzione alla pulizia del prato, dove ci sono diverse cartacce abbandonate.

Andrea Pegoraro mette rete para-palloni
Foto 1 di 3
rete parapalloni
Foto 2 di 3
panchine sistemate parco via Grandi
Foto 3 di 3

 

Ferrari a Nicolas: "Aggiornami ogni mese su quello che non va"

Al termine del sopralluogo, seduti ai tavoli recentemente posizionati, sindaco e Nicolas si sono promessi di tenersi in contatto: «Mandami pure una mail ogni mese per aggiornarmi su quello che è stato sistemato e ciò che ancora non va», gli ha detto Ferrari, chiedendogli anche di comprendere che i tempi della macchina amministrativa purtroppo a volte sono più lunghi del previsto e invitandolo a riconoscere anche ciò che c’è di positivo: «E’ giusto segnalare i problemi e tendere sempre al meglio, ma bisogna anche ammettere che questo è un parco molto bello». «E’ vero», ha confermato Nicolas, che nonostante la giovanissima età ha dimostrato di essere un vero «ometto» e di avere a cuore il decoro del suo territorio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie