Attualità
Monza

Prorogata l'abolizione del divieto di pulizia strade

Il nuovo sindaco Pilotto ha confermato l'ordinanza fino al 31 dicembre 2022

Prorogata l'abolizione del divieto di pulizia strade
Attualità Monza, 30 Giugno 2022 ore 12:32

Con il cambio di sindaco per il momento i monzesi non perderanno l'abolizione del divieto di Pulizia strade. L'ordinanza entrata in vigore l'1 novembre 2021 con il nuovo appalto di raccolta rifiuti e di lavaggio strade, infatti, scadeva il 30 giugno 2022. Ma è stata prorogata al 31 dicembre 2022.

L'abolizione del divieto di pulizie strade

Dopo molti anni passati a prendere multe e a spostare l'auto nei giorni di lavaggio strade, i monzesi l'1 novembre 2021 avevano salutato con gioia all'entrata in vigora la fase sperimentale  la sospensione del divieto di sosta per lavaggio strade.

Qualche settimana dopo, però, erano partiti i cori di protesta perché con il nuovo metodo, ossia senza più dover spostare le automobili per il passaggio dei mezzi della pulizia strade, sono iniziate le lamentele sul fatto che le strade rimanessero sporche.  E così anche questa decisione era diventata motivo di malcontento sempre legato al nuovo appalto di igiene urbano tanto criticato (e forse prima causa della sconfitta elettorale dell'ex sindaco Dario Allevi, almeno secondo quanto hanno sostenuto anche alcuni dei suoi, come Anna Mancuso).

La nuova era Pilotto

Il nuovo sindaco Paolo Pilotto, proclamato ufficialmente martedì alla guida della città di Monza, aveva davanti un nodo importante come primo atto del suo mandato e cioé decidere cosa fare con il discorso pattumiera. Se questa sarà la partita su cui i monzesi sicuramente lo "pesaranno", come ripete spesso lui, la prima decisione è già stata presa. Pilotto ha scelto di prorogare al 31 dicembre 2022 la sospensione del divieto di sosta per lavaggio strade su tutte le strade del territorio comunale.

È consentita, perciò, la sosta senza limitazioni, fatte salve ulteriori indicazioni previste dalla segnaletica orizzontale e verticale in ogni specifica situazione.

E naturalmente sui social anche stavolta i monzesi si sono già divisi tra chi ha subito criticato la decisione: "Quindi resta tutto uguale sul fronte rifiuti dopo tanti proclama?" e chi si è mostrato più paziente: "Lasciamolo almeno insidiare e valutare il da farsi".

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie